Tisane dimagranti: efficaci e naturali

Cristina Piotti
  • Tisane per dimagrire: come funzionano e quali sono le migliori? La scienza ci spiega in quali casi possiamo affidarci a loro. E ci ricorda che per dimagrire serve ben altro, che una tazza di acqua. 

    Tisana per dimagrire: l’effetto non è braciagrassi, ma è comunque efficace per altri disturbi. © rozmarina /123RF

    Tisane dimagranti naturali, per le Feste? Lasagna vegzampone, pasta al forno e gustoso fritto di pesce, dolci della tradizione. Vino. Spiriti e digestivo. Questi giorni se non si sta attenti possono trasformarsi in un lungo elenco di attentati non tanto alla linea, quanto alla buona digestione.

    Sono molte le tisane che, in questi giorni, si consigliano perché aiutino a perdere i chili di troppo. Ma l’effetto ovviamente non sarà altro che depurativo e digestivo. Si tratta di tisane o te ricchi di antiossidanti, in particolare polifenoli, ottimi anche per il sistema cardiocircolatorio, oltre che per la digestione e per un effetto detox, che dia energia e buon umore. A beneficiarne saranno fegato e reni, ma anche stomaco e intestino.

  • Tisane drenanti e dimagranti: funzionano?

    Tisane dimagranti efficaci, cosa c’è di vero e cosa no, in questi rimedi? © Angel Luis Simon Martin /123RF


    C’è uno slogan che viene spesso ripetuto quando si reclamizzano le tisane: che siano dimagranti e depurative, in grado di filtrare le impurità del nostro corpo. Quando si parla di detox, però, è bene ricordare che il nostro corpo di per sé, quando è sano e beneficia di una buona dieta, è da solo perfettamente in grado di eliminare le tossine e qualsiasi scarto che il nostro corpo sia in grado di produrre.

    Ad ora, nessuna ricerca ha provato che una tisana sia in grado di facilitare questo compito. Vero è, però, che se vogliamo migliorare e aiutare fegato e reni, dobbiamo bere molto e mangiare in modo sano, evitando ad esempio di eccedere in torte, dolci, alcolici, bevande zuccherine. Ottime quindi le tisane calde, a patto di non zuccherarle e di cercare di limitare, nelle giornate successive alle feste, questi alimenti. 

  • Tisane per dimagrire fatte in casa: la menta a cosa serve?

    Quale tisana fa dimagrire? Quella alla menta ha una particolare funzione benefica. © Zoryana Ivchenko /123RF


    Una tisana che può essere fatta la sera, in casa, senza bustine o procedimenti complessi: quella alla menta. Si prepara partendo da foglie di menta essiccata. Si tratta di una bevanda dal sapore rinfrescante, ma molto adatta a queste feste. Viene considerata un’ottima soluzione dimagrante ma, attenzione: non vi farà perdere peso. Piuttosto, secondo gli studi effettuati (anche se servono maggiori analisi), è di aiuto in caso di sindrome da colon irritabile. Inoltre, calma i crampi allo stomaco e ha ottimi effetti digestivi.
     

  • Tisana allo zenzero per dimagrire: miti e verità

    Tisana dimagrante allo zenzero? Secondo gli studi non ha questo effetto, ma di sicuro fa bene. ©  Ghenadii Boiko /123RF


    Zenzero e teina, per dimagrire? Si dice che il te allo zenzero aiuti a perdere peso, perché riduce il senso di fame. È davvero così? Si tratta di una tisana che si fa con la radice si zenzero, pianta che fa parte della famiglia delle Zingiberaceae, la stessa del cardamomo e della curcuma. La proprietà però non è quella di far perdere peso, ma ridurre nausea e mal di macchina. E sì, secondo gli studi riduce il senso di gonfiore e la nausea. Anche nel periodo mestruale.
     

  • Tisane dimagranti efficaci: esistono?

    Tisane che fanno dimagrire, secondo le ricerche si tratta di rimedi che hanno molte proprietà. © Alexander Raths /123RF


    Tisane e tè per dimagrire, come sono fatte? Di solito contengono buccia essiccata di arancia amara, te verde, ed ingredienti eccitanti come il guarana, caffeina e altri elementi che si dice brucino i grassi. In effetti, ci sono alcuni studi secondo i quali bere tè verde possa aumentare la capacità del nostro organismo di bruciare grassi, ma non a sufficienza, dicono gli scienziati, per portare ad un reale dimagrimento
     

  • Tisana dimagrante in erboristeria: pro e contro

    Tisana che fa dimagrire: cosa dice la scienza a riguardo? Attenzione alle bufale. © Butsaya Ruengpen /123RF


    Ci sono una serie di preparati detox che durante le feste sono tra i più amati, perché favoriscono la digestione. Cui si aggiungono in particolare, di solito, due piante o estratti dalle proprietà (si pensa) dimagranti. In primis il guaranà, i cui semi sono ricchi di guaranina, che come sappiamo bene ha un principio attivo simile alla caffeina. Ma che, proprio per questo motivo, si rischia di abusare, portando quindi ad ansia, palpitazioni, tachicardia, insonnia,  tremori, nausea e mal di testa. Altra pianta cui prestare attenzione è la Senna, o Cassia angustifolia, dalle proprietà lassative che, per questo, viene erroneamente considerata dimagrante. Funziona bene per la  regolarizzare il transito intestinale, ma il rischio dell’eccessivo consumo sta mettendo in allarme i medici inglesi, che notano una serie di disturbi anche gravi connessi ad uno scorretto ed eccessivo uso della pianta, ch assicura il suo effetto perché irrita la mucosa intestinale. Rischia ancora maggiori, poi, tra chi sceglie di ordinare anonimi preparati online: è sempre bene affidarsi solo alle erboristerie di fiducia.

  • Tisana al carciofo per dimagrire? No, ma sgonfia

    Infusi dimagranti, a tutti i gusti e per tutte le necessità. Si dice che il carciofo sia un vero toccasana. ©  tolikof photography /123RF


    Sono molte le proprietà che rendono il carciofo un alleato delle feste. Non solo perché, crudo o cotto, regna sovrano su mille golose preparazioni, dal primo al secondo, passando per i contorni. Si tratta di un ortaggio che arriva fino alla tisana di fine pasto, preparata con foglie stesse, anche quelle scartata in fase di preparazione dei piatti. Ma no, nonostante la nomea, non ha la capacità di far perdere peso, bensì di stimolare la diuresi. Il sapore amaro, che può essere limitato con del miele, è ottimo per la circolazione, ma anche per sgonfiare pancia e addome. Un trucco? Sorseggiarla prima del pasto, e non alla fine, per digerire poi meglio. 
     

  • Tisana al finocchio per dimagrire? Aggiungi le spezie

    Tisane depurative e dimagranti: secondo la scienza, non sempre funzionano davvero… © Pablo Hidalgo /123RF


    Secondo una ricerca dell’Università di Maastricht, dimagrire con una tisana, forse, sì può. Servono ulteriori ricerche per confermarlo, ma parrebbe che non tanto le tisane, a qualsiasi gusto, ma l’aggiunta delle spezie possa determinare con successo una perdita di qualche chiletto di troppo. Unire tisana (o comunque bevande calde a base di acqua) a spezie è una pratica comune in India che, spiegano i ricercatori, è stato utile testare. Hanno così provato che si tratta di una abitudine utile a ridurre il senso di fame, oltre che a riscaldare il corpo. Tra i migliori a questo scopo paiono essere proprio zenzero, curcuma, cumino, peperoncino rosso, da soli o combinati. Una miscela di curry, se unita alla tisana in piccole dosi, aiuta il senso di sazietà e la digestione.

  • Tisane sgonfianti e dimagranti: cosa dice la scienza

    Tisane fai da te, a base di rooibos. Che pianta è che quali effetti ha? ©  Vitalii Shastun /123RF


    Lo chiamano Rooibos ma noi lo conosciamo anche con il nome di redbush o tè rosso africano. Si tratta di un infuso che si ricava dalle foglie dell’omonima pianta, che appartiene alla famiglia delle leguminose e il suo aroma è dolce, legnoso, ricco. Tradizione vuole che curi le coliche neonatali, le allergie, l’asma e diversi problemi di natura dermatologia. Oltre che aiutare a sgonfiare e dimagrire. È davvero così? Nel 2011 uno studio ha provato che un effetto di riduzione c’è, ma del colesterolo cattivo: bevendo almeno sei tazze di tè al rooibos al giorno i livelli di colesterolo LDL inizierebbero a scendere. 

  • Tisane dimagranti naturali: la camomilla aiuta?

    Tisane dimagrati fai da te, a base di camomilla. Ecco a cosa servono veramente. © Maria Kovalets /123RF


    La camomilla ha il sapore dell’infanzia, del relax e del buon riposo. Ricco di polifenoli, è usato contro coliche, mal di testa, eczemi della pelle, ma si pensa abbia anche proprietà antibatteriche, che calmi i disturbi intestinali e aiuti a combattere i chili di troppo, quando al tavolo si è ecceduto. La verità è che uno studio pubblicato nel 2015 ha provato che chi soffre di diabete, bevendo camomilla tre volte al giorno dopo i pasti, migliora il livello di glucosio nel sangue e riduce il livello di colesterolo. Ma non il peso che è segnato sulla bilancia. 
     

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.