Esercizi per la cervicale: i migliori contro i dolori

Cristina Piotti
  • Cervicale infiammata? Se i sintomi son proprio quelli, bisogna trovare rimedi immediati per far calmare il dolore. Ecco una serie di esercizi per cervicale per tirare un sospiro di sollievo.

     

    Esercizi e cervicale: ecco in quale caso vanno bene e in quale caso serve il riposo.  © Studiograndouest / 123RF

     

    Esercizi per cervicale, dolori da artrosi ed ernie. Un bel problema, decidere quando e come fare sport. Il dolore cronico al collo può essere davvero debilitante, con sintomi che vanno da tensione e rigidità fino a nausee e dolenza intensa. Gli esercizi di stretching, però, possono essere un valido aiuto per ridurre i sintomi, mentre in altri casi il rinforzo muscolare si può fare solo con la fisioterapia. Per tutti, un'attenzione alla postura può aiutare ad evitare l’aggravarsi della situazione ma ci sono stati infiammatori durante i quali qualunque esercizio è da sconsigliare. 

    Ecco, punto per punto, come districarsi nel difficile mondo del mal di collo.

  • Cervicale: gli esercizi (più efficaci)

    Sono tanti gli esercizi per rinforzare la cervicale. Eccone alcuni. © Marcin Balcerzak / 123RF


    Per prima cosa è bene lavorare sulla postura, oltre che sull’allungamento, con qualche esercizio di mobilità che è bene fare tutti i giorni, prima di fare colazione, oppure la sera prima di coricarsi.

    Per il più semplice di questi, si parte seduti su una sedia a casa o anche alla scrivania in ufficio, tenendo lo sguardo di fronte a sé, e rilassando la muscolatura della spalle. Poi, stando attente a non muovere troppo il mento, portare la testa indietro, aiutandosi anche con le mani. Mantenere la posizione per un paio di secondi e tornare indietro. La variante prevede di ruotare la testa a destra e a sinistra.

  • Artrosi cervicale: esercizi

    Le flessioni laterali e alcuni esercizi di yoga sono utili per l’artrosi. © Stylephotographs


    Quando la diagnosi è quella di una forma di artrosi della colonna, è bene chiedere direttamente al medico curante o allo specialista, in relazione al proprio caso, quali esercizi e quali attività fisiche si possano fare.

    In linea di massima, però, un buon esercizio è quello della flessione laterale della testa, che si fa portando l’orecchio alla spalla, per quanto si riesce, in modo dolce e senza mai sforzare o sentire tensione. Importante però non ruotare o girare la testa, nel fare il movimento. Si ripete circa una decina di volte per lato. Anche lo yoga può funzionare, in questo caso, ma solo alcune posizioni sono indicate: bisogna quindi fare assolutamente presente il proprio problema all’istruttore. Ad esempio la posizione Brahma Mudra, è permessa: a gambe incrociate, si ruota il capo a destra inspirando, si riporta lo sguardo di fronte, si ruota a sinistra espirando. Si ripete poi in modo inverso.

  • Esercizi per ernia cervicale

    Una patologia come l’ernia cervicale deve essere trattata con cura. © Périg MORISSE / 123RF


    Quando si ha uno schiacciamento dei dischi vertebrali a livello del collo, si parla di ernia cervicale discale.

    In questo caso, sempre in accordo con il medico curante, può essere utile un esercizio per la rettilinizzazione. Essenzialmente è l’estensione cervicale verso il soffitto, che si fa con il mento all’indietro e poi piegando la testa all’indietro, finché si riesce e senza eccessive tensioni. Si può ripetere circa cinque volte, a patto di non sentire dolori o tensioni. Le prime volte, si può chiedere l’aiuto del medico perché ci spieghi quale punto esattamente si deve flettere e come fare al meglio questo semplice movimento.

  • Ernia cervicale, esercizi (da evitare)

    In caso di ernie, non tutti gli sport vanno bene. ©  Yanlev /123RF


    Nonostante spesso si pensi che il nuoto vada sempre bene in caso di cervicali e anche ernie, questo varia di stile a stile: nello stile libero, ad esempio, i movimenti di torsione ripetuti posso portare ad una riacutizzazione, quindi va evitato.

    Sotto controllo e consiglio medico, e non in fase acuta, sono molte le attività consigliate (dal Pilates allo stretching), ma anche la camminata veloce, piuttosto che la corsa (che invece è sconsigliata, nella maggior parte dei casi).

  • Esercizi per cervicale infiammata

    La cervicale infiammata non permette di fare esercizi. © Staras /123RF


    In caso di infiammazione della cervicale, per la maggior parte dei casi, andrebbero sospese tutte le attività fisiche, di ogni tipo esse siano, che potranno però essere riprese senza alcun pericolo dopo un periodo di riposo che permetta la scomparsa del dolore e dell’infiammazione.

    È bene però prestare molta attenzione al fatto che non è il dolore a indicare che si tratti o meno di infiammazione. Se si tratta ad esempio di dolore alla cervicale intenso ma non da infiammazione, bensì da contrattura, qualche blando esercizio di mobilità del collo, da fare sotto l’acqua calda della doccia, è utile. Se invece è un vero stato infiammatorio, è il freddo (e non il caldo) in grado di dare sollievo alla parte dolente.

  • Cervicale, esercizi da evitare

    Ci sono esercizi che possono peggiorare la cervicale. © Dolgachov / 123RF


    Anche se la cervicale non è infiammata, ma ci si trova comunque di fronte ad un dolore cervicale, è bene evitare una serie di esercizi in palestra, come bilancieri e manubri, ma anche i crunch accompagnati dal collo, in favore di altrettanto efficaci esercizi isometrici. Per quanto riguarda attività come zumba o balli latinoamericani, o peggio danze acrobatiche, bisogna evitare coreografie troppo intense, che acutizzino l’infiammazione. Quanto al nuoto, di tutti gli stili il più indicato, se non si hanno sintomi e dolori, è il dorso

  • Esercizi per cervicale e vertigini

    Aiutando a tonificare il collo si eliminano i sintomi della cervicale. ©  racorn / 123RF


    La rigidità del collo che è connessa alla cervicalgia porta con sé una serie di fastidiosi sintomi, in vertigini, mal di testa e nausea.

    Un importante aiuto può avviare dalla ginnastica posturale, con esercizi ad hoc pensati dal fisioterapista esperto, che li preparerà anche in funzione del grado di mobilità del soggetto. Si allenterà in questo modo anche la tensione del collo, riducendo una serie di scompensi che portano a quelle fastidiose vertigini, spesso unite alla sensazione di mancanza di equilibrio.

  • Rimedi per la cervicale

    Tra i rimedi naturali più indicati contro la cervicale, tra le piante, c’è l’artiglio del diavolo. © racorn / 123RF


    Tra i rimedi più semplici per uno stato di semplice contrattura cervicale, senza ernie o artriti, ci sono degli specifici esercizi di ginnastica posturale o di yoga, che permettono il rilassamento dei muscoli e favoriscono una postura corretta, ma a patto che siano suggeriti dall’istruttore, che conosce il nostro disturbo.

    ​​​​​​​Tra i rimedi fitoterapici più indicati per alleviare il dolore alla cervicale, poi, c’è l’artiglio del diavolo, sottoforma di crema da applicare o preparato per un decotto da bere.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.