Macchie bianche sulla pelle: cosa sono?

Fai una domanda
Le macchie bianche sulla pelle hanno diverse cause scatenanti e, per questo, sono sintomi di diversi disturbi che vanno dalla ipomelanosi guttata alla vitiligine fino ai funghi della pelle.

Macchie bianche sulla pelle: cosa fare? Il dubbio è legittimo oltre che ben più comune di quanto si pensi ma, il primo passaggio importante, è quello che permette di riconoscere le cause che le hanno scatenate risalendo - di conseguenza - al disturbo del quale sono un sintomo. Le macchie bianche sulla pelle, infatti, possono presentarsi per vari motivi, più o meno gravi, ma i più comuni sono l'ipomelanosi guttata, la vitilingite o la presenza di funghi sulla pelle. Ecco a cosa corrispondono e come intervenire caso per caso.

Ipomelanosi guttata: cos'è

L'ipomelanosi guttata (nota anche come ipomelanosi lenticolare) è forse la più comune tra le cause di macchie bianche sulla pelle. Diffusa specialmente tra le donne (e, nella maggior parte dei casi, dai 40 anni in su) porta alla comparsa di piccole macchioline del diametro raramente superiore a 5 mm che appaiono specialmente sulla parte bassa delle gambe e delle braccia. Sintomo evidente di un danno cronico ai melanociti (le cellule che permettono l’abbronzatura), questo disturbo - che non è contagioso né preoccupante e porta solo ad un problema estetico - non ha cause certe anche se si suppone che sia scatenato da microtraumi accumulati nel tempo (come la ceretta), dalla secchezza della pelle e dalla prolungata esposizione ai raggi solari. Intervenire in maniera definitiva è molto difficile ma, tra i consigli per il trattamento (e per la prevenzione) c'è l'utilizzo di creme solari ad alta protezione e l'idratazione costante della pelle, in ogni momento dell'anno.

Vitiligine: cosa c'è da sapere

La seconda causa di macchie bianche sulla pelle è, invece, la vitilingite, una patologia della pelle caratterizzata dalla presenza di macchie bianche depigmentate e situate a zone. Questo disturbo - che colpisce in primo luogo il viso, le labbra, le mani e i piedi - tende ad espandersi con il tempo e, generalmente, le sue prime apparizioni si manifestano intorno ai 20 anni d'età a causa di un'anomalia dei melanociti. Niente affatto pericolosa, anche questa malattia è considerata più che altro estetica e può essere trattata attraverso trattamenti locali di ripigmentazione.

Funghi sulla pelle: le tipologie

Terza tra le cause più comuni di macchie bianche sulla pelle, poi, ecco i funghi che possono portare a una micosi della pelle con la conseguente apparizione di zone biancastre diffuse sulla cute. Scatenati da sudore, caldo e umidità (ma anche da stress, sfregamenti continui e irritazioni varie), i funghi sulla pelle devono essere trattati prontamente per evitare la loro diffusione e possono essere curati sia con farmaci ad hoc sia con alcuni rimedi naturali che spaziano dall'aloe vera all'echinacea.