Hamamelis: proprietà ed effetti collaterali

Fai una domanda
L’hamamelis virginiana è un arbusto, le cui foglie e corteccia essiccate sono utilizzate per realizzare numerosi prodotti fitoterapici (estratti secchi e liquidi, collutori, gel e acqua floreale) e rimedi omeopatici.



Amamelide: cos'è

Tradizionalmente l’hamamelis, detta anche amamelide, è utilizzata per aumentare la tonicità delle pareti venose (come venotonico) e dei vasi linfatici. Esso è indicato in caso di gambe pesanti, vene varicose o emorroidi. Viene utilizzata anche sotto forma di acqua floreale (acqua di amamelide) per calmare le irritazioni cutanee (compreso l’eczema, dermatite atopica e ematomi) o di mucose (in caso di herpes o irritazione oculare, ad esempio). Molti si servono dell’hamamelis anche per calmare i dolori mestruali, epistassi o la diarrea.

Controindicazioni

L’hamamelis è una pianta che non presenta controindicazioni. Per precauzione è da evitare in caso di gravidanza o allattamento, mentre per bambini è possibile utilizzarla sotto forma di crema, evitando però la corteccia sui bambini minori di 12 anni. Sconsigliata anche su soggetti che soffrono di epatopatie.

Effetti secondari

Gli effetti secondari dell’hammamelis sono, come già accennato, inesistenti e rari. Tuttavia, in caso di reazioni successive alla sua applicazione o ingerimento è possibile che si manifestino disturbi digestivi, come bruciore di stomaco o irritazioni cutanee in soggetti ipersensibili.

Posologia

Gli infusi di hammamelis consistono nell'immergere dai 5 ai 10g di pianta secca in un litro d’acqua bollente e lasciarli in infusione per una dozzina di minuti. Da bere una o due tazze ogni giorno. L’infusione può servire a imbibire una compressa da applicare sulla zona da trattare. In omeopatia, l’amamelide è prescritta in diluizione da 2 a 30 CH (centesimali di Hahnemann) e da 4 a 60 DH (decimali di Hahnemann), da assumere due o tre volte al giorno. Per i problemi circolatori a livello delle gambe e dolori oculari viene solitamente prescritta la dose di 5 CH; mentre da 7 CH è utilizzata per contrastare le vene varicose. Per ottenere la posologia corretta e adatta a seconda del problema è richiesto un consulto da uno specialista in omeopatia.


Foto: © photographieundmehr- 123RF