Midollo osseo: cos'è

Il midollo osseo si trova all'interno delle ossa. Si tratta di un tessuto molle che svolge un ruolo chiave nel sistema linfoide, eccone spiegata la funzione.


Funzione del midollo osseo

La funzione del midollo osseo è quella di sintetizzare globuli bianchi, rossi e piastrine. Non si tratta di un organo sito in una zona specifica, ma piuttosto di un tessuto contenuto all'interno delle ossa (lunghe o piatte). Si distinguono due tipi di midollo osseo: il midollo rosso (presente sin dall'atto della nascita) ed il midollo giallo (che si sviluppa con la crescita).

Midollo rosso

Il midollo rosso è un midollo attivo che ha maggiori funzioni nella formazione dei globuli rossi, delle piastrine e delle cellule immunitarie che entrano in gioco nella difesa dell’organismo. Il midollo rosso è attivo in tutte le ossa del bambino, ma la sua attività diminuisce col tempo e rimane attiva nell’età adulta quasi esclusivamente in alcune ossa piatte o corte, dette spugnose.

Midollo giallo

Nei neonati tutto il midollo è rosso, ma con la crescita una gran parte di questo diventa giallo. Il midollo giallo è costituito in gran parte da tessuto adiposo, che dona il caratteristico colore giallo. Si tratta di tessuto presente nelle ossa dell'adulto, in particolare nel cosiddetto canale diafisario, ed al suo interno si sviluppano alcuni tipi di leucociti. La funzione di questo midollo è di riserva per l’emopoiesi

Malattie del midollo osseo

Nonostante il fatto che non si tratti di un organo sito in un punto specifico, anche il midollo osseo può essere colpito da malattie, spesso anche gravi. Si tratta di patologie come la leucemia, la sindrome mielodisplastica o il mieloma multiplo. La diagnosi di queste malattie di effettua tramite la biopsia (o aspirazione) del midollo osseo: si tratta di un esame diagnostico con cui tramite un ago si preleva dall'osso (della cresta iliaca negli adulti e in qualsiasi ossa nei bambini) una parte del midollo per, in seguito, analizzarlo.

Trapianto di midollo osseo

In caso di patologie gravi al giorno d'oggi è possibile ricorrere al trapianto di midollo osseo (detto anche trapianto di cellule staminali ematopoietiche).
Lo scopo di questo trapianto è la sostituzione del midollo malato con uno sano per ristabilire la normale produzione di cellule sanguigne.

FOTO:©Naveen Kalwa/123RF
L'articolo originale è stato scritto da Jeff. Tradotto da MarziaChiriatti. Ultimo aggiornamento 11 marzo 2018 alle 16:39 da AnnaBellini.
Il documento intitolato «Midollo osseo: cos'è» dal sito Magazine Delle Donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.