Ipertimesia - Definizione

Fai una domanda
L’ipertimesia è una condizione per la quale un soggetto possiede una memoria eccezionale che può portare dei disturbi emozionali. Il sunto sui sintomi dell’ipertimesia e le modalità di trattamento.


Definizione

L’ipertimesia è la condizione per cui si è in possesso di una memoria sovradimensionata. Questa acuità, spesso giudicata un dono, può essere, in campo medico, considerata come una patologia. È il caso di un esaltazione della memoria a breve termine. Nel caso di una ipertimesia emozionale, alcuni episodi come una guerra o una deportazione si ripropongono spesso alla memoria del soggetto (sindrome di Targowia). Tuttavia conviene non classificare la memoria fotografica eccezionale o la memoria eidetica come ipertimesia poiché non si tratta di una patologia, ma una capacità rara di memorizzare gli stimoli.

Cause

Le cause dell’ipertimesia sono difficilmente identificabili, visto che le persone colite non sono spesso coscienti della loro memoria emozionale. I fattori evocati per spiegare l’ipertimesia possono essere di ordine fisico o psicologico: shock emotivo, fisico o trauma. Per esempio la sindrome di Targowla si traduce in una nevrosi che colpisce particolarmente i vecchi deportati dei campi di concentramento.

Sintomi

L’ipertimesia è un’esaltazione della memoria, contrariamente all’amnesia che è una perdita della memoria. Un soggetto affetto da questa condizione dispose di facoltà di memorizzare superiori e può ricordarsi di numerosi dettagli e di informazioni di eventi lontani. Può, per esempio, ricordarsi di ciò che faceva in un momento specifico del passato o di ciò che mangiava un giorno preciso. In alcuni casi l’ipertimesia può provocare disturbi psicologici come ansia o disturbi del sonno.

Ipertimesia: patologia o no?

La maggior parte dei casi i soggetti con questa particolare capacità riescono a gestire la loro eccezionale memoria e a approfittare dei vantaggi. Tuttavia un eventuale trattamento psicologico può avverarsi necessario in caso di disturbi di quest’ordine come aggressività, angoscia, paranoia, insonnia, incubi, impotenza, frigidità. Tali sintomi sono causati dalla paura di perdere tutte le informazioni inserite nella memoria. I pazienti colpiti dalla sindrome di Targowla rivivono episodi traumatici come guerra o deportazione.

Trattamento

I trattamenti proposti nel quadro dell’ipertimesia mirano soprattutto ad alleviare eventuali disturbi psicologici. Può trattarsi di un trattamento farmacologico per ridotte ansia e angoscia, o favorire il sonno. Un trattamento psicologico è egualmente necessario.

FOTO:© devas/123RF