0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Perdite bianche (leucorrea)

Le perdite bianche, definite anche con il termine leucorrea, sono delle secrezioni vaginali fisiologiche della donna. Ecco alcuni chiarimenti su come si manifestano e che ruolo hanno a livello vaginale.


Definizione

Le secrezioni bianche prodotte dalla vagina e dall’utero appaiono al momento della pubertà e accompagnano la donna durante tutta la sua vita. Esse hanno un aspetto bianco giallastro, vischioso, all’entrata della vulva. La loro escrezione - possono essere leggere o abbondanti - varia a seconda del soggetto e in base al momento del periodo fertile.

La funzione principale delle perdite bianche

Queste secrezioni hanno un ruolo importante: quello di ripulire e lubrificare la vagina. Quando avviene l’ovulazione aiutano gli spermatozoi a risalire nell’utero e a fecondare l’ovulo. Inodore, nella maggior parte dei casi, la loro presenza può essere fastidiosa e risolta dall’utilizzo quotidiano di proteggi slip, in modo da ridurre la sensazione di umidità.

Leucorrea gravidica

Le perdite bianche in gravidanza non sono affatto un problema, poiché hanno l’obiettivo di umidificare la vagina. Se tendono a diventare abbondanti e liquide, c’è la possibilità che si stiano rompendo le acque.

Quando preoccuparsi

Un cambiamento repentino della consistenza e colore delle perdite può essere sintomo di una patologia in corso. Un colore scuro o giallastro, a volte anche verdognolo, con forte odore o un aspetto colloso o grumoso, può essere il sintomo di un’infezione vaginale di tipo micotico o batterico, specialmente se sono accompagnate da prurito, bruciore, dolore nella parte bassa dell’addome o fastidi durante i rapporti sessuali. I questi casi è bene consultare un ginecologo.
Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo