0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Balbuzie

Sono molte le persone che soffrono di balbuzie. Questo disturbo della parola, che appare generalmente durante tutta la vita può essere socialmente invalidante, se non si agisce in maniera precoce. Cosa provoca le balbuzie e come smettere di balbettare?


Balbuzie - Significato

Il balbettare è un disturbo del linguaggio che interrompe il flusso delle parole, caratterizzando il parlato di un individuo con ripetizione di sillabe, esitazione e interruzione della parola. La balbuzie è una patologia ricorrente nel bambino e compare nei primi anni di vita, tendendo a diminuire e scomparire prima dell’età adulta. In linea generale, gli uomini sono più colpiti rispetto alle donne ed esistono diversi tipi di balbuzie: balbuzie clonica, che comporta la ripetizione incontrollabile e convulsa di una sillaba o di un suono; la balbuzie tonica che corrisponde ad un blocco ad inizio della dizione di una parola. Classicamente, il balbettare è intermittente e si presenta in situazioni di stanchezza o stress.

Cause

Le cause e i fattori di rischio delle balbuzie non sono state ancora stabilite, anche se sembrerebbe che un bambino di un genitore balbuziente presenta maggiori rischi di soffrire di questa problema. Questo disturbo è ricorrente e colpisce circa l’1% della popolazione, in particolare ragazzi. La balbuzie inizia durante i primi anni di apprendimento linguistico, e si estende e o scompare prima di entrare in età adulta. Fattori quali stress, stanchezza aumentano i fenomeni di discorsi balbuzienti e questi eisodi possono scomparire in alcune circostanze, come quando il paziente si sente a suo agio o canta, recita.

Sintomi

Le balbuzie si manifestano con sintomi che riguardano un flusso del discorso anormale ripetizione convulsa di sillabe, esitazione prima e durante la pronuncia di alcune parole, blocco della parola nel mezzo di una frase, come se la parola non voglia essere pronunciata.

Diagnosi

La diagnosi delle balbuzie viene notato dalla famiglia dell’individuo, quando egli è in fase di apprendimento linguistico. La conferma viene effettuata da un medico o da un logopedista, ma non sono richiesti esami complementari per la conferma.

Cura

Per alleviare i sintomi delle balbuzie, al paziente viene seguito da un logopedista. Questo specialista lavorerà con la comunicazione e darà preziosi consigli anche ai genitori dell’individuo per attenuare gli episodi balbuzienti. In età più avanzata, alle cure di un logopedista possono associarsi sedute dallo psicologo o dallo psichiatra atte a ricercare la causa psicologica soggiacente gli episodi di balbuzie.

Prevenzione

La balbuzie non può essere prevenuta. Sembrerebbe tuttavia che i bambini nati da genitori balbuzienti abbiano un rischio maggiore di soffrire di questo disturbo.

Potrebbe anche interessarti

Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo