0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Come affilare un coltello? Con la pietra dell’arrotino

Molare i coltelli con la pietra dell'arrotino è la soluzione migliore per avere lame sempre affilate ed efficaci. Ecco come fare. 

La pietra per affilare i coltelli deve essere sempre bagnata durante l'uso. © Norasit Kaewsai/123RF

Molatura coltelli: premesse

C’era una volta l’arrotino, l’affilatore di coltelli porta porta che, all’occorrenza, sfoderava una mola professionale e in pochi minuti faceva tornare le lame come nuove. Oggi l’arrotino non c’è (quasi) più e la molatura dei coltelli è un'operazione fai da te che richiede molta precisione e un po' di tecnica. Non solo per la natura degli utensili (pericolosi e precisissimi di per sé), ma anche perché i rischi di fare tanta fatica per niente (o peggio, riempendo la lama di rivetti) sono dietro l’angolo.


Arrotare i coltelli: istruzioni per il fai da te

Per arrotare i coltelli è necessario procurarsi una pietra per affilatura a grana fine, larga almeno 5 centimetri e lunga almeno 20 in modo che sia agevole da stabilizzare. Da evitare (a meno che non siate esperti) le pietre di diamante, più costose e per mani esperte. Inoltre, va chiarito che usare l’acciaino (la lunga lima usata dai macellai per sfregare la lama dei coltelli) non serve per affilare la lama bensì per mantenerla tale. Inoltre necessita una manualità che non è da tutti. Perciò, nel caso in cui si decide di usarla è meglio appoggiare su un tagliere la punta dell’acciaino in modo da stabilizzarlo e poi, con un’inclinazione di circa 20 gradi, passare la lama del coltello.


Pietra per affilare i coltelli: come usarla

Prima di ogni utilizzo, la pietra per affilare i coltelli va immersa 15 minuti nell’acqua prima poi va appoggiata su un canovaccio steso su un piano di lavoro (in modo tale che sia immobile) senza essere asciugata (deve essere sempre bagnata, perciò è utile avere a portata di mano dell’acqua). Il coltello da affilare va posizionato in maniera perpendicolare alla pietra con un’inclinazione di circa 20 gradi (se l’angolo è maggiore l’affilatura durerà più a lungo ma il taglio sarà meno preciso, viceversa) e il filo della lama va passato sulla pietra, vicino al manico, almeno 50 volte. La stessa operazione va ripetuta sull’altro lato della lama. Infine vanno eliminati eventuali rivetti, le imperfezioni causate da pressioni maggiori esercitate su una parte della lama rispetto che sull’altra e in caso di un diverso numero di passate. Per eliminarli si deve ripetere l’affilatura in concomitanza del rivetto con 40 passate per lato sulla pietra.


Affilatura coltelli in ceramica

Il vantaggio dei coltelli in ceramica è che la lama mantiene il filo molto più a lungo rispetto ai colleghi in metallo o acciaio. Tuttavia, dopo qualche anno è necessario rifare il look anche a loro. L'operazione, però, è più complessa dal momento che la lama è molto più delicata e si scheggia (e rompe) più facilmente perciò a meno che non siate esperti in materia - la molatura si effettua nello stesso modo, con una pietra in ceramica o con un’affilatrice con disco di diamante - per risultati eccellenti è meglio rivolgersi a un arrotino.    

Il documento intitolato « Come affilare un coltello? Con la pietra dell’arrotino » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.