0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Fermenti lattici in gravidanza: quali prendere?

Si possono assumere fermenti lattici in gravidanza? La risposta è sì, scegliendo tra gli alimenti che li contengono e i concentrati che si trovano in farmacia.

Si possono assumere fermenti lattici in gravidanza? La risposta è sì, ecco quali scegliere.


Utilissimi per la salute della mamma e del feto, i fermenti lattici in gravidanza sono fortemente consigliati perché, oltre a migliorare il transito intestinale rafforzando anche il sistema di difesa immunitario, ripristinano la flora batterica. D’altra parte, si sa, il benessere di mamme e bambini inizia proprio dall’alimentazione che – specialmente nei nove mesi d’attesa – deve essere equilibrata, varia e ricca di elementi preziosi. Dunque “sì” è la risposta definitiva alla questione “Si possono assumere fermenti lattici in gravidanza?” ma ecco qualche consiglio utile. 

Quali fermenti lattici in gravidanza?

Per una dieta ricca di fermenti lattici la scelta più immediata è quella di orientarsi verso gli yogurt che, oltre a contenere fermenti in gran quantità, sono ricchi di magnesio, fosforo e potassio, tutti elementi altrettanto indispensabili al corretto sviluppo del bambino. Come scegliere la varietà migliore? Oltre al gusto e alle preferenze personali, durante l’attesa sono da preferire gli yogurt bianchi naturali da arricchire – a piacere – di cereali o frutta secca. 

Alimenti ricchi di fermenti lattici

Oltre allo yogurt, però, esistono altri alimenti ricchi di fermenti lattici e, per questo, indicati durante il periodo della gravidanza. Tra questi, per esempio, ci sono i formaggi freschi a pasta molle e le banane che, oltretutto, sono particolarmente ricche di potassio oltre che molto nutrienti e quindi particolarmente adatte a soddisfare la fame in occasione degli spuntini

Fermenti lattici probiotici: l’utilità per i neonati

Ma oltre ai cibi che naturalmente ne sono ricchi, i fermenti lattici si possono assumere anche in forma di concentrato attraverso le comode fialette da acquistare nelle farmacie e nelle parafarmacie. Per scegliere il prodotto più adatto al proprio caso, però, sarà consigliabile chiedere un parere al proprio medico ricordando che – stando a studi recenti – l’assunzione di fermenti lattici probiotici nell’ultimo periodo di gestazione sembrerebbe proteggere il neonato, al momento della nascita, da eventuali allergie.

Copyright foto: Dolgachov/123rf
Il documento intitolato « Fermenti lattici in gravidanza: quali prendere? » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.