0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Tapioca: ricette per cucinare la fecola senza glutine

Molto usata nelle cucine del Sud America e dell'Africa, oltre che dalle neo mamme alle prese con i neonati, ecco alcuni spunti per cucinare la tapioca.

Priva di glutine, proteine, vitamine e sali minerali, la tapioca è quasi esclusivamente composta da carboidrati.


Cos'è la tapioca?

Le neomamme la conoscono bene: la tapioca, le minuscole perle di fecola di manioca che messe a bollire (nell’acqua, nei brodi o nel latte) si sciolgono e acquistano un sapore delicato, in realtà, in un’ottima base anche per la cucina degli adulti. Molto nota in Sud America e Africa (dove si usa anche per preparare il pane) è composta praticamente solo da carboidrati (zero glutine, proteine, vitamine né sali minerali), è facilmente digeribile e, contribuisce a dolcificare i dolci e energizzare le pietanza.  

Ricette con tapioca

In generale la tapioca è un ottimo addensante: dalle già citate zuppe e vellutate alle farciture per le torte passando per gli stufati. In Brasile, per esempio, accompagna bolliti di carne e zuppe di pesce oltre ad essere l'ingrediente base del cous cous di Bahia (da mangiare come dessert o merenda) che si prepara con tapioca, zucchero, cocco fresco e un mix di latte di cocco e latte vaccino. Sempre dal Brasile arrivano le crêpes spolverate di cocco, quindi passate in forno e infine farcite con ingredienti sia dolci, sia salati; i panini di tapioca e formaggio grattugiato, da riempire con tacchino marinato a voler seguire la ricetta originale o con gli ingredienti che più vi aggradano. E ancora: sempre prendendo spunto dal Sud America, ci si può cimentare nella preparazione della yuca frita con chicharrón, ovvero la tapioca fritta da mangiare con il curtido (una salsa di verdure) e carne di maiale o sardine mentre, a curiosare a Oriente, si trovano le famose nuvole di drago cinesi, gli stuzzichini a base di tapioca che si possono anche insaporire con gamberetti sgusciati.
 
Nelle calde giornate estive, la tapioca può diventare l’ingrediente per realizzare dei freschi spuntini a base di cocco e mango, insaporiti da zenzero e la buccia di mezzo lime. Ottimi in qualsiasi periodo dell’anno, invece, sono i budini preparati con la tapioca da insaporire con cacao o vaniglia, così come le marmellate o le gelatine che, grazie alla tapioca, acquistano più consistenza. 

Copyright foto: Fotolia
Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo