Lordosi: sintomi, diagnosi e cura

Fai una domanda
La lordosi indica una curvatura della colonna vertebrale, a convessità anteriore, la cui parte centrale risulta più in avanti rispetto alle due estremità.


Che cos'è la lordosi

Si parla di lordosi lombare quando vi è una cavità in mezzo all’osso, di lordosi cervicale quando vi è un incavo tra il collo e delle spalle e di cifosi dorsale per la gobba in mezzo alla schiena. Generalmente, la lordosi è fisiologica e diviene patologica quando risulta esagerata. Si impiega comunemente il termine lordosi al posto di iperlordosi che è la corretta denominazione medica che indica un’accentuazione anomala di queste curvature. Le iperlordosi sono spesso dovute ad anomalie costituzionali o a cattiva postura. È molto importante saperle riconoscere precocemente, soprattutto all’inizio della pubertà poiché la crescita può aumentare questi disturbi e provocare delle deformazioni irreversibili.

Sintomi

I sintomi della lordosi sono visibili poiché essi si basano sull’accentuazione della curvatura sulla schiena del paziente. Se la curvatura è poco pronunciata, sarà più difficile individuare questo disturbo. Le curvature fisiologiche della colonna vertebrale sono ricercate principalmente nell’adolescenza e sono visibili sotto forma di una postura anormale quando si è in piedi o in movimento.

Diagnosi

La diagnosi è realizzata dopo un esame medico approfondito. Il medico chiede soprattutto al bambino di assumere una postura ben eretta, poi di adottare diverse posizioni per constatare le deformazioni. La diversità delle posizioni adottate permette di identificare le zone di deformazione con precisione, per adottare al meglio la terapia da considerare. In caso di anomalia, una radiografia della colonna vertebrale, spesso nella sua integralità, sarà realizzata. Talvolta, una risonanza magnetica completa il bilancio.

Come curare la lordosi

La cura della lordosi ha come scopo quello di ridurre la deformazione e quindi la curvatura provocata. Delle sedute di chinesiterapia, con rafforzamento e stiramento muscolare, sono molto spesso prescritte insieme alla somministrazione eventuale di antalgici se vi sono dolori. In caso di curvatura particolarmente pronunciata, può essere necessario l’uso di un busto per evitare che si accentui la lordosi. Gli interventi chirurgici sono da considerare soltanto in casi gravi accompagnati da complicazioni.

Foto: © Undrey - Shutterstock.com