Giochi didattici: relax formativo per bambini

Fai una domanda

Giochi didattici da fare a casa, il miglior modo di trascorrere del tempo con i bambini che così si divertono imparando qualcosa. Ecco qualche consiglio formativo per intrattenere i piccoli di casa.


Giochi didattici: alternative divertenti per un pomeriggio di relax formativo con i piccoli di casa.

 

Giochi didattici, ecco la scelta migliore per il tempo libero dei piccoli di casa che – alle prese con le lettere dell’alfabeto o con delle semplici operazioni matematiche - possono imparare e divertirsi sotto l’attenta supervisione della mamma e del papà. Qualche consiglio per organizzarli al meglio.

 

Stimolare la memoria

I giochi didattici per stimolare le capacità mnemoniche sono tra i più diffusi ma anche tra i più amati delle mamme e dei papà. Per iniziare selezionate una decina di piccoli oggetti e posizionateli in fila sulla tavola, poi chiedete ai piccoli di osservarli attentamente per qualche minuto senza toccarli. Trascorso il periodo di tempo che avete stabilito invitate i bambini a chiudere gli occhi (o a lasciare la stanza per qualche istante) e togliete uno degli oggetti. Richiamate quindi i bambini e domandate loro qual è l’oggetto mancante. Se il gioco risulta troppo semplice potrete anche modificare l’ordine nel quale sono collocati gli oggetti sul tavolo.

 

Indovina indovinello

Indovina indovinello è un gioco didattico molto divertente che consente di trascorrere momenti allegri in compagnia dei più piccoli. Per iniziare basta preparare una scatola di cartone riempita con alcuni giocattoli (bambole, macchinine, peluche eccetera): i bambini dovranno scegliere – senza guardare – un oggetto dal box e poi dovranno fare in modo che chi li osserva capisca quale tesoro hanno pescato, ovviamente senza parlare ma solo mimando l’oggetto in questione con espressioni del viso e gesti delle mani. Il divertimento è assicurato!

 

Imparare le lettere

L’alfabeto è spesso protagonista dei giochi didattici per i bambini tra i 3 e i 5 anni. Se avete a disposizione delle lettere di legno, per esempio, potrete selezionare una dozzina di oggetti e poi abbinare a ciascuno l’iniziale del suo nome (O per orsacchiotto, B per bambola, eccetera). A questo punto mischiate le lettere e chiedete ai bimbi di accoppiarle nuovamente all’oggetto al quale si riferiscono. Se poi volete complicare (un po’) l’attività potrete domandare ai piccoli di casa di tracciare le lettere su un foglio o di trovare altre cose che abbiano la medesima iniziale.

 

Somme e sottrazioni

Ma tra i giochi didattici anche le somme e le sottrazioni sono delle divertenti distrazioni educative adatte a tutte le età. Per iniziare i piccoli di casa alle gioie dell’aritmetica potrete prenderli “per la gola”. Procuratevi delle piccole caramelle, dei fiocchi di mais, delle patatine o dei pop-corn (a seconda dei gusti) e, partendo da 5, aggiungete una cosa per volta fino ad arrivare a 10 e invitate i piccoli a contare ogni volta. Quando sarete arrivati a 10, invece, iniziate a sottrarre una cosa per volta: tra i bimbi il primo che riuscirà a contare gli oggetti rimasti avrà diritto a mangiare quello che è stato sottratto.


Copyright foto: Fotolia