Scarlattina: come riconoscere la malattia

Fai una domanda

Scarlattina, una malattia esantematica molto comune ealtrettanto contagiosa. Quali sono i sintomi iniziali? Come riconoscerla? Come curarla? 

 

La scarlattina è una malattia esantematica molto contagiosa che si manifesta con febbre alta e mal di gola.


La scarlattina è una malattia molto comune ma altrettanto contagiosa: comericonoscerla? Questo, per secoli, fu un interrogativo irrisolto visto chequesta malattia esantematica è stata confusa fino alla metà del ‘600 con ilmorbillo con il quale – in effetti – condivide alcuni sintomi, in primo luogola febbre alta e l’accelerazione del battito cardiaco. In realtà, però, le dueproblematiche sono molto diverse tra loro e la causa sta proprio nel batterioche le genera e che, nel caso della scarlattina, è lo Steptococco betaemolitico di gruppo A. Al di là della sua origine clinica, però, come riconoscerlanel concreto? Ecco i sintomi più comuni.


I sintomi iniziali

La scarlattina si manifesta dopo un periodo di incubazione e,nella sua prima sintomatologia, può essere confusa con una febbre comune. Nellafase iniziale, infatti, porta febbre alta, dolore alla gola con rossorevisibile e difficoltà nella deglutizione. Questo problema è dovuto ad unvistoso aumento di volume nei linfonodi del collo e a un – altrettanto vistoso– ingrossamento delle ghiandole faringee. Oltre a questo, poi, chi ha contrattola malattia accusa generalmente una sensazione di spossatezza e un aumentodel battito cardiaco ai quali si affiancano nausea, che può portare al vomito,e mal di testa.

 

L’eruzione cutanea

La scarlattina deve il suo nome proprio alla seconda fasedella malattia che porta all’eruzione cutanea che si manifesta con puntini diun rosso acceso (appunto rosso scarlatto). I puntini, che essendo leggermentein rilievo generano la sensazione della cosiddetta “carta vetrata”, appaionodapprima sulla zona del collo e del volto dove sono immediatamente moltovisibili all’altezza delle gote. Una particolarità, che larende facilmente riconoscibile, è che i puntini non si manifestano attorno allelabbra e nemmeno sul mento.

 

La lingua a fragola

Un altro sintomo della scarlattina è la caratteristica “linguaa fragola” cioè la lingua molto arrossata e visibilmente gonfia dato l’ingrossamentodelle papille gustative che si manifesta dopo una fase iniziale durante laquale la lingua appare ricoperta da una sottile patina bianca.

 

Il rischio di contagio

La scarlattina è una malattia molto contagiosa poiché, pertrasmetterla, basta venire a contatto con della saliva, del muco o delle scaglie di pelle infetti. Oltretutto,poi, i pazienti diventano contagiosi già durante il periodo dell’incubazione(che può variare da 2 a 5 giorni) mentre smettono di esserlo già 48 ore dopo l’assunzionedel primo antibiotico.


Copyright foto: Fotolia