0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Stipsi: come prevenirla in 5 mosse

La stipsi è molto soggettiva: per alcuni non è un problema andare di corpo solo una o due volte a settimana, altri invece stanno male e si sentono gonfi se non vanno tutti i giorni. Ecco qualche consiglio igienico-dietetico su come combattere la stitichezza.

La stipsi si può prevenire facendo attenzione ai classici piccoli gesti quotidiani.


Si parla di stipsi quando si va di corpo meno di 3 volte a settimana e/o quando l’evacuazione delle feci è incompleta e dolorosa. In realtà, esistono due forme di stitichezza: 

- La stitichezza da propulsione, caratterizzata da un intestino pigro, il quale si contrae male o non abbastanza, rallentando e impedendo la corretta progressione delle feci. Il soggetto colpito non sente il bisogno di andare in bagno poiché la sua ampolla rettale è vuota. Questa forma, nota anche come “sindrome del colon irritabile” è la più comune ed è accompagnata spesso da una sensazione di gonfiore e da meteorismo.

- La stitichezza da espulsione, legata alla difficoltà di evacuazione a causa dell’accumulo di feci disidratate all’interno dell’ampolla rettale. Pur recandosi regolarmente in bagno, la persona che ne soffre incontra difficoltà a defecare.

Precisiamo che è possibile essere affetti da entrambe le forme di stitichezza contemporaneamente. 

Stipsi, 5 piccoli gesti quotidiani

- Bere almeno 1,5 L di acqua al giorno. L’apporto di liquidi ammorbidisce le feci ne e favorisce l’avanzamento fino al retto.

- Preferire le spremute di agrumi, il cui effetto lassativo sarà ancora maggiore se assunte a digiuno.

- Consumare alimenti ricchi di fibre, che facilitano il transito intestinale. Via libera, quindi, a frutta e verdura fresca, così come ai legumi (lenticchie, fagioli…). Optare per i cereali integrali (pane, pasta, riso, grano soffiato…) e non dimenticare le prugne secche, che facilitano l’espulsione delle feci. Infine, evitare i cambi di dieta che favoriscono invece la stitichezza.

- Praticare un’attività sportiva regolare. L’esercizio fisico, facendo lavorare i muscoli della cintura addominale, agevola la defecazione e previene la stitichezza.

- Non trattenerla quando il bisogno si fa sentire! Più le feci rimangono nel retto, più si disidratano. Una volta induritesi, la loro evacuazione risulterà ancora più difficile.

Copyright foto: Fotolia

Potrebbe anche interessarti

Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo