Extrasistole: cause e sintomi

Fai una domanda
L’extrasistole è un’aritmia cardiaca per la quale la contrazione del muscolo del cuore avviene prima del previsto. Ecco cosa sono le extrasistole, le cause e i sintomi.


Extrasistolia

Le extrasistole possono essere continue o comparire in maniera sporadica. A seconda dell’origine, poi, si distinguono tra extrasistole ventricolare, atriale, giunzionale e ventricolare. Mentre le extrasistole sinusali sono rare, le extrasistoli ventricolari sono le più frequenti e presentano spesso una cosiddetta pausa compensatoria, che il paziente riporta con la sensazione di “un tuffo al cuore”.

Sintomi

I pazienti riferiscono la sensazione di un battito mancante o doppio, ma altri sintomi delle extrasistole sono connessi ai singoli casi e cause, e possono andare dalle palpitazioni alla sudorazione e alla nausea.

Extrasistole pericolose

Di solito sono episodi innocui, che possono capitare a soggetti sani di quasi tutte le età. Nella maggior parte dei casi, quindi, non devono preoccupare. Diverso il discorso, ovviamente, per un soggetto che soffre invece di cardiopatia: in questo caso il fenomeno è legato alla patologia cardiaca.

Cause

Le cause delle extrasistole sono diverse e dipendono molto dal soggetto e dalle sue abitudini di vita. Possono essere causate da un abuso di tè o caffè, da eccessivi sforzi fisici, ma anche da stress e stati di forte ansia. In alcuni casi gli episodi fanno la loro comparsa dopo mangiato, in correlazione ad una ernia iatale o a reflusso gastro-esofageo.

Rimedi

Nella maggior parte dei casi, il medico suggerirà un cambio delle abitudini (scorrette) di vita, come limitare le sostanze stimolanti, ridurre le fonti di ansia, moderare gli eccessi a tavola o scegliere una attività fisica meno stressante per il fisico. In altri casi, lo specialista potrà procedere con una diagnosi medica cardiologica e richiedere esami specifici come un elettrocardiogramma a riposo e sotto sforzo, oppure un ECG dinamico allo scopo di escludere altre patologie cardiache.

Revisione a cura del dottor Cesare Storti – Responsabile di Cardiologia I – Aritmologia del Gruppo ospedaliero San Donato
Foto: © Alexey Buhantsov - 123RF