0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Mamma a 40 anni: cosa cambia?

Gli studi sempre più lunghi, la voglia di fare carriera, un divorzio e un nuovo amore... sono tante le ragioni che spingono le donne ad avere dei figli alla soglia dei 40 anni. Ma cosa cambia quando un figlio arriva tardi?

Oltre ad essere più richiosa, una gravidanza a 40 anni è anche più faticosa.


Una gravidanza più rischiosa...

“Posso avere un bambino quando voglio!”, si dicono alcune. In realtà, non è proprio così. Con il passare degli anni, e in particolare verso i 40 anni, la gravidanza diventa più delicata.

Passati i 30 anni, le probabilità di avere un bambino diminuiscono progressivamente. Oggi, a causa dell’ingresso sempre più tardivo nel mondo del lavoro, e di una società in cui è difficile fare carriera quando si è mamme, sono sempre di più le donne che decidono di avere dei bambini verso i 40 anni, a volte pensando che i progressi medici possano aiutarle. Ma la medicina non risolve tutti i problemi.

Dopo i 35 anni, non è facile rimanere incinte. L’infertilità, così come il rischio di aborto spontaneo, aumentano con l’età. La probabilità d’avere un bambino affetto dalla sindrome di Down è più alta. Anche la salute della donna peggiora con l'andare del tempo: ecco perché è importante fare una visita preconcezionale, per verificare con il medico che non ci siano controindicazioni per la gravidanza.

Inoltre, non bisogna dimenticare che la menopausa è vicina. E che certe donne stanno per diventare nonne quando altre hanno appena avuto il loro primo figlio. Il che può creare un vero e proprio divario tra donne che, in fondo, hanno la stessa età.

... Ma delle mamme più serene

Se riescono a rimanere incinte, le future mamme quarantenni si sentono molto più preparate ad avere un bambino. Lo hanno desiderato più a lungo. Sono anche più serene rispetto al futuro, anche perché la loro carriera professionale, di solito, è già ben avviata.

Anche quando la vita sorride alla futura mamma, non è detto che il fisico sia in forma al 100%. Di solito, a 40 anni, una donna incinta ha bisogno di più riposo, e si rimette dalla gravidanza più lentamente di una mamma giovane. Ma la gioia di avere un bambino può spingerla a mettere da parte i problemi. Soprattutto se si tratta del primo figlio, cercato a lungo, e arrivato quando la speranza era quasi svanita.

Resta il fatto che, a qualunque età rimanga incinta, ogni donna vive la gravidanza a modo suo, dal punto di vista fisico e psicologico. L'importante, a 20 come a 40 anni, è farsi seguire da un medico e rispettare alcune precauzioni.

Copyright foto: Istock

Il documento intitolato « Mamma a 40 anni: cosa cambia? » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.