0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

La gravidanza extrauterina

La gravidanza extrauterina deriva da un problema di impianto dell'embrione. Deve essere diagnosticata il prima possibile per evitare un’emorragia e non compromettere le gravidanze future.

Diagnosticare per tempo una gravidanza extrauterina è fondamentale per evitare le complicanze.


Definizione
La gravidanza extrauterina è una gravidanza che comincia al di fuori dell’utero, di solito in una delle tube di Falloppio (più raramente nelle ovaie, nell'addome o nella cervice uterina).

Durante la fecondazione, l’ovulo si trova all’ingresso della tuba. Una volta fecondato, scende lungo la tuba e si annida nell’utero. Nel caso di una gravidanza extrauterina, l’embrione non arriva fino all’utero e comincia a svilupparsi all’interno della tuba.

Le cause della gravidanza extrauterina (GEU) sono ancora poco conosciute. Tra i fattori che sembrano favorire questo fenomeno ci sono:
- una malformazione delle tube;
- il fatto di aver contratto, in passato, una malattia sessualmente trasmissibile;
- aver sofferto di endometriosi o appendicite;
- il fumo;
- il fatto che la gravidanza sia tardiva;
- i trattamenti per la FIV e l'infertilità;

L’importanza della diagnosi
Il fatto che l’embrione si annidi al di fuori dell'utero comporta numerosi rischi. Infatti, ingrandendosi, rischia di far esplodere la tuba e di provocare un’emorragia interna, mettendo in pericolo la vita della madre.

Sintomi
I sintomi di una gravidanza extrauterina sono piuttosto caratteristici.  È accompagnata da perdite di sangue nerastro e da dolori pelvici, a volte molto forti. In tutti i casi, se notate delle perdite di sangue, consultate immediatamente un medico. Vi prescriverà un prelievo del sangue per verificare il livello dell’ormone HCG (l'ormone della gravidanza). Se il livello è più basso del normale, potrebbe trattarsi di un caso di gravidanza extrauterina. Verrà fatta anche un’ecografia. Nel caso in cui si trattasse di una gravidanza extrauterina,  sul monitor si vedrà l’utero vuoto e un elemento anormale in una delle tube. 
Il medico potrebbe decidere di completare la diagnosi con una laparoscopia. Si tratta di un intervento chirurgico: un piccolo strumento ottico viene introdotto nell’addome, su cui viene praticata un'incisione in anestesia totale. Se la diagnosi di gravidanza extrauterina trova conferma, viene eseguita un'operazione chirurgica per interromperla.

Terapia
L'esito della laparoscopia influisce sulle tappe successive. Se la tuba non ha subito danni, il medico asporterà semplicemente l’ovulo. Se invece è troppo danneggiata, sarà obbligato a procedere all’asportazione della tuba. In caso di grave emorragia interna, il medico opera seguendo il metodo classico. Se la diagnosi è stata stabilita attraverso una semplice ecografia, senza che ci siano state lesioni sulla tuba, può prescrivere una terapia farmacologica per interrompere la gravidanza.  

Copyright foto: Istock
Il documento intitolato « La gravidanza extrauterina » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.