Yoga: a ciascuna il suo!

Fai una domanda

Quale tipologia di yoga fa per voi?

Esistono tanti tipi di Yoga: qual è quello giusto per voi?


Lo Yoga è una vera e propria fonte di energia. Questa disciplina, vecchia come il mondo, si adatta a ogni bisogno. Concentrazione, flessibilità, respirazione... aprite bene i vostri chakra e trovate la tipologia di Yoga che fa per voi! Ne abbiamo selezionate otto, tutte diverse: si parte dal tradizionale Hatha Yoga, che punta sull'armonia delle energie opposte, per arrivare all'Antigravity Yoga, una disciplina più moderna che sfida le leggi della fisica. Ce n'è anche per le future mamme, a cui è consigliato lo Yoga prenatale, e per chi ha bisogno di farsi una risata, a cui è indirizzato il Laughter Yoga. Senza dimenticare il Bikram Yoga, il metodo Iynegar... insomma, a ciascuna il suo!

Copyright foto: Istock

Hatha Yoga, l'originale


L'Hata Yoga si concentra sulla ricerca dell'equilibrio.


La luna e il sole, lo yin e lo yang... questo tipo di Yoga è una pratica molto antica, e consiste nel riunire le energie opposte. I principi di base sono la ricerca dell'equilibrio, del benessere fisiologico e anatomico al tempo stesso. Come? Attraverso delle posizioni (asana) studiate per sciogliere le articolazioni, adottando la giusta respirazione e mantenendo una grande concentrazione e un assoluto controllo dei movimenti. Questa tecnica mette l'accento sull'ascolto di sé e, di conseguenza, di chi ci sta intorno.

Copyright foto: Istock

Iyengar Yoga, sportivo

L'Iyengar si basa sull'allineamento del corpo.


Questo metodo, messo a punto dal maestro indiano B.K.S. Iyengar, richiede rigore e disciplina. L'Iyengar si concentra sull'allineamento del corpo. Degli accessori come sedie, cinture e cuscinetti di gommapiuma aiutano a mantenere le varie posture. La ricompensa saranno una respirazione corretta e la purificazione dell'organismo, sbarazzato dalle tossine che accumuliamo quotidianamente.

Copyright foto: Istock

Nidra Yoga, anti-stress

Il Nidra Yoga, lo Yoga del sonno.


In Sanscrito, lo Yoga Nidra significa “Yoga del sonno”. Per praticarlo correttamente, sono necessari diversi anni di esercizio. Il principio? Raggiungere lo stato d'incoscienza tipico del sonno per stimolare l'energia e ritrovare la vitalità. Come? Attraverso delle sedute di meditazione, in un'atmosfera rilassante che agevoli l'assopimento.

Copyright foto: Istock

Lo Yoga della Risata, euforizzante

Lo Yoga della Risata ci riempe di energia positiva e ci libera dallo stress.


Si sa, ridere fa bene. Ecco perché l'Hasya Yoga, lo Yoga della Risata (o Laughter Yoga), è parte integrante di questa disciplina. Di solito si pratica in gruppo per favorire la “contagiosità” del riso. I muscoli addominali e facciali sono messi a dura prova e il corpo, da parte sua, si riempie di energia positiva. Bye bye stress!

Copyright foto; Istock

Bikram yoga, detox

Gli esercizi vengono eseguiti in una sala a 40° gradi per stimolare l'eliminazione delle tossine.


Una sala scaldata a quaranta gradi e non meno di ventisei posture diverse. Il principio dello Yoga Bikram è semplice: conciliare respiro, movimenti e calore per stimolare l'eliminazione delle tossine. In origine, questa tecnica si basava solo sugli allungamenti muscolari. La pratica nella sala riscaldata l'ha resa molto “hot”... preparatevi a sudare!

Copyright foto: Istock

Yoga prenatale, per le future mamme

Lo yoga prenatale è ideale per le future mamme.


Ideale per preparare al parto, questo metodo si basa sulle posizioni dell'Hatha Yoga benefiche per l'arrivo del bambino. I movimenti si adattano alle varie fasi della gravidanza. Concentrandosi sulla respirazione, lo Yoga prenatale offre gli strumenti per partorire nella maniera più serena possibile. Esiste anche lo Yoga postnatale, per ritrovare la forma e l'equilibrio dopo il parto.

Copyright foto: Istock

Antigravity Yoga, in sospensione

L'Antigravity Yoga punta sull'assenza di gravità.


Fino a poco tempo fa, questa pratica era poco conosciuta in Italia. Ora, i corsi di Antigravity Yoga spopolano in tutto il paese. Questa disciplina ha una particolarità: si pratica su un'amaca sospesa a un'altezza variabile, a seconda del livello degli allievi. L'assenza di gravità fa bene alle articolazioni, alla schiena e favorisce la circolazione. La novità vi attira?

Copyright foto: Istock

Potrebbe anche interessarti

Pubblicato da laRedazione. Ultimo aggiornamento 16 luglio 2014 alle 16:59 da laRedazione.

Il documento intitolato «Yoga: a ciascuna il suo!» dal sito Magazine Delle Donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.