Puntura di zecca: sintomi e cosa fare

Aprile 2018

Le zecche, appartenenti alla famiglia degli acari, sono dei parassiti che si nutrono del sangue una volta installatesi sulla pelle. Le lesione che ne segue può non essere dolorosa ma può provocare delle infezioni. Le zecche possono attaccare sia gli animali che gli uomini.



Prevenzione

Per evitare le punture di zecca, è consigliato di prendere delle precauzioni prima di avventurarsi in una passeggiata in boschi o foreste: utilizzare vestiti lunghi e chiusi e indossare un cappello; applicare dei repellenti sui vestiti e sulle zone del corpo scoperte; verificare che nessuna parte del corpo sia stata attaccata da una zecca una volta conclusa la passeggiata. È bene soprattutto prestare attenzione sotto le ascelle, tra i capelli, dietro le ginocchia e in alto alle cosce, luoghi di predilezione per le punture di zecche.

Sintomi

Il principale sintomo della malattia di Lyme è l’apparizione della febbre e di un anello infiammato di diversi centimetri di diametro nel luogo della puntura, molte settimane dopo che la zecca abbia morso.

Come togliere una zecca

È consigliato di rimuovere rapidamente la zecca poiché la sua presenza prolungata sulla pelle rischia di diffondere dei batteri. Si consiglia di non cercare di stordire la zecca perché potrebbe liberare ancora più succhi salivari contenenti molti batteri. Utilizzare un gancio togli-zecche che è possibile trovare in farmacia o una pinzetta per i peli. Rimuovere la zecca a partire dalla testa e disinfettare in seguito con un antisettico trasparente e senza alcol.

Consultare un medico

ll consulto di un medico è assolutamente fondamentale soprattutto per le donne incinte, se la zecca è rimasta nella pelle per più di 36 ore, se una macchia rossa persiste per più di 3 giorni o se non si sa con precisione da quanto tempo era presente la zecca sulla pelle. Quest’accorgimento è necessario soprattutto per monitorare l’apparizione dei segnali della malattia di Lyme. Il medico prescriverà un antibiotico che permetterà di trattare l’infezione batterica causata dalla zecca.

Foto: © Martin Pelanek - Shutterstock.com
L'articolo originale è stato scritto da MarziaChiriatti. Tradotto da p.horde. Ultimo aggiornamento 2 dicembre 2016 alle 11:14 da GraziaFontana.
Il documento intitolato «Puntura di zecca: sintomi e cosa fare» dal sito Magazine Delle Donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.