0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Piastrine: a cosa servono

Molti si chiedono a cosa servono le piastrine. Le piastrine del sangue, chiamate trombociti, sono delle piccole cellule senza nucleo, che si trovano nel sangue accanto ai globuli rossi e globuli bianchi. Le piastrine giocano un ruolo importante nel processo di coagulazione. Esse, infatti, consentono al sangue di coagulare quando ci si taglia e di sopprimere il sanguinamento alla rottura di un piccolo vaso sanguigno. Le piastrine servono anche ad evitare che sanguinamenti interni dell’organismo.


Piastrine valori normali

Secondo i dati di laboratorio, dopo aver effettuato un prelievo, il valore normale del tasso di piastrine nel sangue deve essere compreso tra 150000 e 400000 per mm3.

Piastrine basse

I valori delle piastrine troppo basse nel sangue viene definito trombocitopenia, un fenomeno che aumenta il rischio emorragico. L’abbassamento delle piastrine può causare ecchimosi, sanguinamento del naso, ad es., mal di testa, emicrania, manifestazioni oculari tra cui: visione a doppio, modifica del campo visivo, petecchie, puntini rossi che appaiono sulla pelle a testimonianza dell’impossibilità, da parte dei vasi di trattenere il sangue e emorragie importanti (come l’emorragia digestiva).

Cause

La prima causa delle piastrine basse è quella di malattie autoimmuni, trombopenia d’origine tossica o medicamentosa, alcolismo acuto, infezioni virali, anemia aplastica, coagulazione intra-vascolare, chirurgia con circolazione extra corporea, porpora, porpora, sindrome emolitica e eremica del bambino, trattamento a base di eparina, emopatia maligna, ecc.

Piastrine alte

Un aumento del tasso di piastrine, trombocitosi, provoca un rischio di trombosi per la formazione d’aggregati piastrinici provocanti un’ostruzione vascolare, venosa o arteriosa.

Cause

Le patologie in causa, nel caso di piastrine alte nel sangue, sono la splenectomia (esportazione della milza), malattie infettive, malattie infiammatorie, emorragia massiva, carenza di ferro cronica, trombocitemia primaria, sindromi mieloproliferative croniche, sindromi mielodisplastiche, malattia di Hodgkin, cirrosi o pancreatite.

Foto: © Ciprian Stremtan - Shuttertock.com
Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo