Stress: cos’è?

Fai una domanda
Ogni persona è colpita da stress in maniera più o meno permanente e intensa. Il punto sulle sue manifestazioni e sulle conseguenze.



Definizione di stress

La parola stress designa il meccanismo psicologico messo in pratica dall’organismo per far fronte a una situazione particolarmente faticosa. Si tratta di un insieme di reazione dell’organismo quando è sottoposto a sforzo. Questo può presentarsi in risposta a qualsiasi aggressione (un’infezione, una patologia organica o un problema psichiatrico). Questo termine viene però impiegato nella maggior parte dai casi per indicare un senso di ansia, angoscia e per designare uno stato psicologico.

Lo stress e le sue conseguenze

Lo stress può colpire chiunque, episodicamente o quotidianamente, diventando un vero e proprio handicap. Ogni soggetto reagisce in maniera personale e specifica ad un evento considerato traumatico. Una situazione di stress prolungata può portare stanchezza fisica e fisica, e portare allo sviluppo di diverse patologie come eczema, emicrania o patologia più gravi.


Lo stress comporta uno squilibrio del sistema nervoso che viene stimolato eccessivamente. Il sistema simpatico, responsabile di numerose attività indipendente dalla volontà è allora stimolato provocando un rilascio di adrenalina che porta ad un rilascio di adrenalina e a un aumento della frequenza cardiaca. Lo stress può essere passeggero e presentarsi in maniera isolata oppure prolungarsi in maniera cronica e avere conseguenze negative sulla vita quotidiana del soggetto.

Stress cronico

Lo stress cronico si caratterizza per essere prolungato e invalidante. Si tratta del risultato di una situazione particolarmente difficile da affrontare e che il soggetto non riesce a controllare. Lo stress di tipo cronico porta una moltitudine di sintomi potenzialmente pericolosi per la salute: stanchezza, insonnia, predisposizione alle infezioni, emicrania e disturbi digestivi. Le tecniche di rilassamento, il riposo, la pratica dell’attività fisica e un regime alimentare adatto permettono di trattare lo stress cronico.

Cause

Le cause dello stress possono essere fisiche, psicologiche o legate a una malattia genetica, virale o causate da un parassita. La situazione di stress provoca un’accelerazione del ritmo cardiaco e un abbassamento del tasso di glucosio nel sangue. L’organismo reagisce liberando l’adrenalina (che ossigena i muscoli) e altri ormoni. A seconda dei soggetti lo stress può portare una grande stanchezza e addirittura alla depressione.

Fasi dello stress

Secondo degli studi datati 1975 esistono tre fasi nella reazione allo stress: fase d’allarme, di resistenza e la fase conclusiva d’esaurimento. Durante la prima fase si manifestano respiro corto e accelerato, aumento di battito cardiaco e della pressione, nodo in gola o allo stomaco, ansia, angoscia ecc. Queste reazioni sono provocate dal rilascio di ormoni.

La resistenza è la seconda fase, in cui altri ormoni (glucocorticoidi) sono secreti permettendo così un innalzamento del tasso di glicemia necessario all’organismo.
La fase conclusiva è caratterizzata dall’impossibilit) di mettere in atto delle reazioni, l’organismo così termina le sue riserve psichiche e biologiche. Nel corso di quest’ultima fare possono apparire alcune patologie che obbligato all’arresto dell’organismo.

Sintomi

I sintomi dello stress sono molto variabili: per alcuni si manifestano emicrania e mal di testa, per altri eczema o insonnia. La maggior parte dei soggetti è però accomunata da una grande stanchezza.

I disturbi provocati dallo stress possono essere fisiologici e/o psicologici. Nel primo caso possono manifestarsi disturbi digestivi (nausea, ulcere, vomito), palpitazioni, ipertensione, insonnia e iper ventilazione. Nel secondo caso possiamo avere tic, angoscia, irritabilità, collera, attacchi di panico e disturbi del comportamento.

Patologie associate

Lo stress è un fattore di rischio per alcune malattie della pelle come orticaria o eczema. Inoltre anche mal di schiena e tensioni muscolari possono esser dei segni di stress. Anche angina, raffreddore ed herpes appaiono frequentemente nei soggetti stressati. Infine assenza di desiderio, impotenza e caduta dei capelli possono essere disturbi associati allo stress.

Trattamento: come combattere lo stress

La causa dello stress dev’essere identificata e trattata. Praticare yoga ed esercizi di rilassamento sono dei buoni metodi per far fronte al disturbo. Una volta consultato il medico, questo può prescrivere dei medicinali ansiolitici se necessario. Per combattere lo stress bisogna prima di tutto riconoscere i sintomi e ricercare le cause: si consiglia quindi un bilancio quotidiano della propria giornata per tenere d’occhio l’evoluzione della propria vita.

Rimedi naturali

Esistono anche dei presidi naturali per far fronte allo stress. L’Hypericum ad esempio è noto per le sue proprietà calmanti e antidepressive, anche il luppolo o i fiori di Bach possono essere dei rimedi naturali utili per far fronte allo stress. Infine, in caso di disturbi del sonno si consiglia la valeriana o la passiflora per i loro effetti calmanti e le loro virtù ansiolitiche.