0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Sindrome depressiva

L’esaurimento nervoso è solito costituire una forma di depressione nervosa o di disturbi dell’ansia. La depressione, malessere del nostro secolo, si traduce con l’instabilità dell’umore del soggetto che ne è affetto, uno stato di grande tristezza, malessere profondo che può arrivare giusto all’esasperazione. Si parla in questo caso di sindrome depressiva, dove l’esaurimento nervoso si pone come uno stadio depressivo durevole, ricorrente, che traccia una rottura marcata con lo stato abituale del paziente e i sintomi della stessa malattia.



Cause

Legato a situazioni di forte stress psicofisico anormale e/o cronicizzato, spesso dovuto anche all’assunzione di sostanze stupefacenti o farmaci, alcool, l’esaurimento nervoso è principalmente legato a stati d’ansia che possono portare a situazioni di depressione nervosa. Tra le cause da ricondurre alla sindrome depressiva: soggetti che soffrono di fobie, ansia generalizzata, disturbi ossessivo-compulsivi, nelle donne in gravidanza la cosiddetta depressione post-partum, depressione da stress post-traumatico, forti situazioni di stress, mobbing.

Sintomi della depressione

In quadro relativo alla sindrome depressiva si può constatare, e in tal caso annoverare come sintomo, una perdita del piacere a compiere ogni tipo di attività; pensieri oscuri di suicidio; rallentamento psicomotorio, tradotto in ogni attività quotidiana; tristezza generalizzata; astenia; disturbi alimentari (anoressia); insonnia e problemi relativi alla concentrazione del soggetto affetto; perdita di autostima (percezione del sé degradata); senso di colpevolezza e svalorizzazione importante. Questi sintomi sono particolarmente segnali indicativi di una sindrome depressiva. A seconda dell’evoluzione nel tempo, l’episodio depressivo può essere di breve durata, isolato, stagionale o cronico.

Diagnosi

La diagnosi può essere effettuata almeno quando cinque dei sintomi sopra evidenziati sono presenti. Un interrogatorio del paziente e un esame sono sufficienti a stabilire la diagnosi. Inoltre lo stato generale e il comportamento del paziente sono dei buoni indicatori della presenza della malattia in atto.

Come uscire dalla depressione

Se si tratta di un episodio depressivo isolato, l’assunzione di farmaci non è obbligatoria poiché le sostanze utilizzate non sono senza effetti collaterali. In caso di episodio depressivo importante o sindrome depressiva cronica, la cura prevederà l’assunzione di antidepressivi e di sedute psicologiche. All’inizio è importante controllare le persone con depressione. Infatti, durante i primi quindici giorni dall’inizio dell’assunzione di farmaci antidepressivi, si manifesta un fenomeno chiamato sollevamento di inibizione, durante il quale possono essere provati atti di suicidio. Oltre al supporto medico, possono essere seguiti dei gruppi di aiuto che mirano a ripristinare l’autostima e a lavorare sull’immagine del corpo.


Foto: © vita khorzhevska - Shutterstock.com
Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo