Rotavirus - Definizione

Fai una domanda
Il rotavirus è il virus più implicato nei casi di diarrea acuta nei bambini sotto i 5 anni. Si pone all’origine del 15-50% dei casi di gastroenterite virale soprattutto nei periodi invernali.



Definizione

Presente sotto diverse specie, questo virus è la causa più comune di gastroenterite nei bambini; il rotavirus può portare a fenomeni di diarrea gravi e disidratazione. I casi più gravi sono quelli provocati dal virus in forma A, che non coprono, immunizzandolo, il soggetto, ma nel corso degli anni ridurrà la gravità dei sintomi.

Rischi

Non grave né tantomeno letale in Occidente, tranne per i pazienti molto anziani o immunocompressi, l’incidenza di questo virus nei paesi in via di sviluppo presenta cifre esorbitanti: 50000 bambini sono morti a causa della diarrea provocata proprio dal rotavirus. Conseguente ad una gastroenterite, risulta essere la principale causa di mortalità infantile.

Contagio del rotavirus

Il rotavirus si trasmette per via oro-fecale e raramente anche attraverso le vie respiratorie o il contatto. Ma generalmente esso viene trasmesso attraverso cibi o acqua contaminati, oppure tramite la contaminazione dell’ambiente circostante, soprattutto in quei luoghi d’aggregazione, come gli asili.

Sintomi del rotavirus

Dopo l’infezione si hanno due tre giorni di incubazione in cui si manifestano febbre, diarrea, vomito, disturbi gastrici, sintomi tipici di una gastrointerite. Non presenta cura, poiché passa senza alcun trattamento, ma bisogna fare molta attenzione alla disidratazione del soggetto.

Vaccino per rotavirus

Oltre ad avere una premura notevole per quanto riguarda l'igiene, soprattutto in presenza di bambini, come prevenzione, è possibile, a partire dalla sesta settimana di vita, fare un vaccino.

Foto: © Designua - Shuttertock.com