Morbillo: sintomi e cura

Fai una domanda
Il morbillo è una malattia virale che colpisce maggiormente i bambini tra i 3 ed i 7 anni, ma che in alcuni casi può presentarsi nell’adulto.


Morbillo negli adulti

Il morbillo è una malattia di origine virale estremamente contagiosa. Il virus del morbillo appartiene alla famiglia dei Paramyxoviridae e si trasmette attraverso l’aria, secrezioni (tosse, starnuti, ecc) o per contatto diretto con soggetti infetti. Abitualmente considerata una malattia benigna nei bambini, questa può essere responsabile di complicazioni se contratta da adulti.
Dopo il contatto con il virus, i sintomi del morbillo si manifestano dopo una decina di giorni. Lo sviluppo del vaccino obbligatorio ha enormemente diminuito la frequenza della malattia.

Sintomi

I sintomi del morbillo sono febbre alta, secrezioni nasali e rinite, occhi rossi e irritati e tosse. Ma è l'eruzione cutanea di numerose piccole macchie rosse, separate l’una dall’altra da porzioni di pelle sana, che ricoprono tutto il corpo, compreso il volto, è il segno distintivo di questa malattia.

Diagnosi e Cura

La diagnosi del morbillo è clinica e riposa sull’osservazione dei sintomi, generalmente facili da riconoscere. In caso di dubbio, il medico effettuerà una ricerca di anticorpi specifici della malattia tramite prelievo di sangue.

La cura per il morbillo è sintomatica. Per questo motivo il medico prescriverà dei medicinali che faranno abbassare la febbre e disintegreranno le vie respiratorie e, se necessario, gli occhi. Un lungo periodo di riposo è necessario per combattere la malattia.

Vaccino per il morbillo

Tra le complicazioni (assai rare) del morbillo nell’adulto, possono verificarsi disturbi polmonari, meningite attraverso l’infiammazione di membrane che proteggono il cervello portano a disturbi neurologici e disturbi cardiaci.

Per evitare di contrarre la malattia esiste un vaccino preventivo che permette di essere immunizzati. Nel nostro paese il vaccino anti-morbillo fa parte dei dieci vaccini obbligatori.