Saint Laurent

Rossana Caviglioli
Appassionato di moda e design fin da bambino, Yves Henri Donat Matthieu-Saint-Laurent, nato nel 1936 da una famiglia dell'Algeria francese, si trasferisce appena maggiorenne a Parigi per entrare nella Chambre Syndicale de la Haute Couture. Inizia a lavorare sotto la guida di Christian Dior. per il quale realizza la famosa collezione Trapéze. Alla morte dello stilista, nel 1957, diventa direttore artistico dell'azienda. Licenziato mentre era sotto le armi, durante la guerra d'Algeria, Saint-Laurent ha un crollo nervoso, che lo costringe a un lungo periodo di cura in un ospedale psichiatrico. Una volta dimesso, vince la causa contro Dior e apre una propria maison, assieme al partner Pierre Bergé.

Lo stile dei capi è raffinato e innovativo, l'idea quella di modernizzare l'immagine della donna, adattando alle sue linee molti capi tipicamente maschili come il blazer, il giubbotto di pelle, il trench, le giacche in stile safari e facendo ampio uso dei pantaloni. Alla base, il contrastato tra le linee rigorose e i tessuti variopinti, che non disdegnato le fantasie animalier, molto audaci per l'epoca. Si ispira spesso ai grandi maestri della pittura (a Warhol, Picasso, Matisse e Mondrian saranno addirittura dedicate intere collezioni) e, tra i primi, allo stile etnico di Africa, Russia, India e del nativo Maghreb. Tra i suoi capi più famosi, lo smoking da donna, ispirato allo stile della diva Marlene Dietrich. Il marchio è tra i pionieri del prêt-à-porter e il primo a far sfilare modelle di colore. L'azienda lancia anche una linea di profumi e di cosmetici.

Saint Laurent muore nel  2008, a 72 anni. Il suo compagno Pierre Bergé decide di mettere all'asta la sua sterminata collezione di opere d'arte (più di 700 pezzi, compresi diversi reperti archeologici e alcuni quadri di Matisse, Mondrian e Goya) e di devolvere parte del ricavato alla lotta contro l'AIDS. Nonostante la maison sia stata chiusa nel 2002, il brand è stato rilevato, e continua a vivere, all'interno del gruppo Gucci. Il direttore creativo Hedi Slimane decide, nello stesso anno, di togliere il nome del fondatore dal marchio trasformandolo così in Saint Laurent.

Fra le star che indossano spesso Saint Laurent, oltre alla musa e grande amica dello stilista Catherine Denevue, Renee Zellweger, Julianne Moore e il cantante degli One Direction, Harry Styles.

Annunci Google

Nessun commento per il momento.