La scelta delle partecipazioni di nozze

Elena Bianchi
La partecipazione annuncia agli invitati la data, il luogo, ma anche l’atmosfera del vostro matrimonio. Al di là della sua utilità pratica ai fini organizzativi della festa, rappresenta anche il primo elemento concreto della vostra unione… Ecco perché è importante sceglierla come piace a voi!

Le partecipazioni devono essere consegnate almeno tre mesi prima del matrimonio, per poter avere già delle risposte in tempo.


Meno 6 mesi al grande giorno: al via la caccia alle partecipazioni!

Innanzitutto, passate in rassegna gli inviti di matrimonio precedentemente ricevuti. In tal modo vi farete un’idea più precisa di quelli che sono i vostri gusti. Dopodiché, procuratevi presso amici e conoscenti i recapiti delle ditte che producono i modelli che più vi hanno colpito. Altra opzione, i saloni della sposa, dove molti operatori del settore presentano i loro articoli. Considerate inoltre che la maggior parte delle aziende specializzate in accessori per feste possiedono un sito Internet dove è possibile acquistare online. Richiedete subito un catalogo in modo da poter scegliere comodamente da casa vostra. Se non avete nessuna idea in particolare o avete in mente soltanto un colore, gli esperti in materia dispongono di una vasta gamma di collezioni tematiche: country, romantica, tradizionale, ironica… 
Se invece state organizzando un matrimonio con un tema ben preciso, meglio rivolgersi a un designer che potrà proporvi un modello del tutto personalizzato. I costi variano a seconda che la partecipazione sia più o meno difficile da realizzare (nel caso di un design originale), ma anche in base alla qualità e quantità di carta necessaria, agli elementi decorativi (strass, nastro, piume, fiori secchi) e al numero di optional richiesti. Potete anche decidere di realizzare voi stesse le vostre partecipazioni aiutandovi con libri o siti di scrapbooking, ma questo vale solo per le amanti del fai da te con del tempo libero a disposizione. Infine, per matrimoni tra pochi intimi e con un pubblico giovane, si può optare anche per le partecipazioni elettroniche.

Meno 5 mesi al grande giorno: è tempo di decidere

Una volta scelto il modello, restano ancora alcune decisioni da prendere prima di ottenere un prototipo con cui verificare forma e contenuto degli inviti prima di mandarli in stampa:

Il tipo di carta: lucida, cartoncino riciclato, carta di riso, carta velina?
Il formato dell’invito: rettangolare, rotondo, quadrato (sempre più diffuso)?
Il font (o caratteri): stampatello, corsivo, gotico, nero o colorato?
La formulazione del testo: redigete precedentemente il testo ma chiedete pure degli esempi di frasi da cui partire. È possibile optare per formule classiche come “Il signore e la signora Rossi e il signore e la signora Bianchi sono lieti di annunciare le nozze dei loro figli Maria e Paolo”, o più moderne come “Jessica e Marco sono lieti di invitarvi alle loro nozze!” e molte altre varianti…
Le informazioni: date, orari e indirizzi di ciascuna tappa del vostro matrimonio (cerimonia, rinfresco, ricevimento, pernottamento, brunch?) devono essere stabiliti una volta per tutte. Potete dare inoltre indicazioni su come vestirsi se temete un contrasto tra l’atmosfera della festa e lo stile degli invitati, segnalare il numero di telefono degli alberghi nei dintorni, o qualsiasi altro elemento utile, secondo voi, a facilitare l’organizzazione. Per quanto riguarda la lista nozze, non è di buon gusto indicare il nome del rivenditore sulla partecipazione… In generale, gli invitati si rivolgono ai testimoni o ai familiari per chiedere informazioni al riguardo. 

Meno 4 mesi al grande giorno: ordinate

Per prima cosa dovete conoscere il numero approssimativo di invitati. È bene tuttavia ordinare un po’ di biglietti in più, sarebbe un peccato dover pagare per ristamparne solo 10… Fate dunque una lista e annotate ciascun invitato. E perché non cogliere l’occasione per ordinare anche un tableau, dei segnaposti, dei menù, un registro degli invitati e dei biglietti di ringraziamento? Facendo più acquisti insieme, otterrete dei prezzi più interessanti.
I tempi di produzione e di consegna possono andare da una a tre settimane a seconda delle ditte. Bisogna inoltre considerare almeno due giorni per la spedizione. Per ottenere parecchie risposte positive e disporre in breve tempo del numero esatto di invitati presenti (dato fondamentale per organizzare il resto dei preparativi), i biglietti devono essere a casa dei destinatari con un discreto anticipo, ossia almeno tre mesi prima della data del matrimonio. Imponete pure una data limite per la conferma in modo da sollecitare un po’ la banda! Buono a sapersi: se siete davvero in ritardo nell’ordine delle partecipazioni, sappiate che alcuni siti Internet garantiscono una consegna entro 48h.

Copyright foto: iStock

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.