Come truccarsi a Capodanno: i consigli della blogger Ida Galati

Nina Segatori

Capodanno da it-girl? Seguite i consigli della blogger Ida Galati de Le stanze della moda.

Ida Galati, blogger de Le Stanze della moda, ci regala qualche consiglio per il Capodanno. © Diletta Orlandi

 Ancora dubbiose sul trucco per capodanno abbiamo chiesto alla blogger Ida Galati de Le stanze della moda, qualche consiglio per non sbagliare ed i trend da seguire per essere al top nella notte più festosa dell'anno. Mamma ed imprenditrice, Ida dal 2013 cura con passione il suo blog, vero e proprio punto di riferimento per le beauty e fashion addicted. 

Come è nata l’idea di diventare una blogger?

"È nata quando ho deciso che nella vita volevo raccontare la moda e volevo vivere e lavorare scrivendo. L’ho capito a 30 anni, dopo aver fatto altri studi e pensavo fosse troppo tardi per entrare in una redazione giornalistica. Così ho pensato che il blog fosse la vetrina sul mondo che serviva per mettere a frutto le mie capacità e farle conoscere a più persone possibili, redazioni comprese.
Il blog, invece, mi ha stupita o forse sono io che ho stupito me stessa. È stato l’inizio di un lavoro splendido, pieno di imprevisti e sorprese. Oggi, a distanza di 4 anni, è diventato uno strumento di espressione e il mezzo attraverso il quale ho avuto l’opportunità di realizzare sogni che non sapevo neanche di avere, di scoprire capacità e doti nascoste e di afferrare opportunità di lavoro incredibili. Grazie al blog oggi sono l’imprenditrice di me stessa e per questo non smetterò mai di alimentarlo".

Cosa significa essere una mamma che lavora?

"Significa sacrificio e sensi di colpa a go go, ma significa anche che tutto ha più senso e tutto è più bello. Anche se devo lavorare dopo averlo messo a letto, anche se non mi rimangono energie per fare tutto quello che vorrei fare, ma la mia vita è piena e bella. Ancora più bella di prima".

Quanto influenzano la tua vita i social?

"Sempre meno, ma ancora troppo. Quando lavori anche grazie ai social, impari a staccare per sopravvivere. Per esempio, mi sono imposta di non farmi mai vedere con il cellulare davanti a mio figlio. Sono forse anche un po’ troppo rigida rispetto a questo, ma il “fenomeno” mi rende molto sensibile e allarmata: vedo troppe persone togliere attenzione alle persone fisiche che hanno attorno per darla allo smartphone. A tavola, con i propri figli, con il proprio compagno. A casa mia e tra le mie amicizie vige una regola ferrea: se stiamo insieme, lo facciamo senza cellulare, perché non c’è mai niente di urgente che non possa essere rimandato. Le persone e la nostra attenzione nei loro confronti vengono sempre prima. Di contro quando lavoro, lo faccio con pc e cellulare insieme e anche questo, per me, è ancora troppo. Ho molta difficoltà a fare una cosa per volta".

Tv, accademia e un mare di progetti, qual è quello che ti appassiona di più?

"Non l’avrei mai detto, ma forse insegnare: poter avere qualcosa di realmente utile da dire e poter dare loro speranza, mostrargli un atteggiamento di vita diverso nonostante le avversità, quello vincente e ottimista, quello del “se puoi sognarlo puoi farlo”, è impagabile! Insegno blogging e scrittura sul web all’Accademia del Lusso e porto la mia testimonianza: il blog ha senso se rappresenta l’espressione di noi stessi, meglio ancora se di un nostro talento inespresso. Solo così può essere terapeutico e funzionale. Non avrei mai immaginato che scrivere su un blog, così come parlare in televisione, potesse aiutare davvero qualcuno a sentirsi meno solo, a sentirsi compreso e consigliato anche se, a volte, mi capita di parlare “solo” di come vestirsi. Mettersi a disposizione di qualcun altro, risponde comunque e sempre a tanti altri bisogni".

Quali sono i colori beauty dell’anno nuovo?

"Pare sia un inaspettato verde accesso, il “greenery”, il protagonista dell’anno che sta arrivando. Per fortuna resiste anche il nero (per gli occhi) e il rosso (per le labbra) e poi i colori più diversi se si tratta di eyeliner e kajal (sto testando i blu, l’arancio e il verde di 3INA)".

Ci suggerisci un make-up originale per capodanno?

"Eyeliner glitterato argento, nero o colorato (come quelli KIKO): sarà sufficiente per essere originali e appariscenti. Potrete, quindi, mantenere leggero il resto del trucco scegliendo ombretto, blush e rossetto matt".

Per il rossetto meglio un finish matt o glossy?

"Una via di mezzo, sono innamorata delle tinta per le labbra, come quelle di Inglot (senza dover per forza spendere un patrimonio). La cosa straordinaria è che ridisegnano anche il contorno labbra senza bisogno di matita con un effetto impressionantemente realistico".

Qualche segreto di bellezza per far durare il trucco più a lungo

"Pulire sempre bene la pelle (lo scrub una volta a settimana) e idratarla (altrimenti il trucco rischia di creare delle chiazze sulla pelle non uniforme) e utilizzare Il primer prima del trucco, ma solo nelle occasioni (perché tende a otturare i pori)".

Finish glitter sì o no?

"In genere non li amo. O sei molto giovane (e allora va bene) o ti invecchiano. Ma questo sembra l’anno dei glitter e allora per me sì, ma solo se si tratta di un eyeliner glitterato o di uno smalto glitter per unghie. Quali sono gli errori da non commettere mai in un make-up delle feste? Strafare solo perché siamo in festa. Concedetevi un bel rossetto rosso accesso, ma se lo fate non abbondate anche con i glitter. L’eccesso difficilmente ci rende più belle e questo vale sempre".

Tuoi progetti futuri?

"Una web tv e un’altra cosa di cui non posso parlare ancora per scaramanzia".

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.