Corso preparto: cosa si fa e quando farlo?

Eleonora Chiais

Durante il corso preparto, o corso di accompagnamento alla nascita, si affronta l'esperienza del travaglio e del parto con maggior consapevolezza. E non solo.
 

Corso preparto: cosa c'è da sapere? I corsi di accompagnamento alla nascita non sono tutti uguali e, per questo, è consigliabile informarsi bene prima di scegliere il ciclo di incontri da seguire. © Jozef Polc/123rf


Durante la gravidanza, e specialmente con l'avvicinarsi della data presunta del parto, ogni donna in dolce attesa è presa da mille dubbi e da altrettanti interrogativi. Ed è proprio per risolvere le domande (e tranquillizzare le gestanti) che esiste il corso preparto! Questo ciclo di incontri, infatti, è studiato su misura per le future mamme e, immaginato per le gestanti alla prima esperienza, può essere utile anche a chi si trova ad affrontare l'arrivo di un fratellino. Ecco cosa c'è da sapere.
 

Cosa si fa al corso preparto?

Il corso preparto (o corso di accompagnamento alla nascita) è generalmente strutturato in un numero di incontri che varia da 8 a 10 e, a seconda dei casi, si frequenta da sole o in compagnia del futuro papà. Utilissimo per risolvere i "tecnici" dubbi del parto naturale, questo ciclo di incontri ha anche il considerevole vantaggio di permettere alle gestanti di incontrare altre donne in dolce attesa favorendo una socializzazione che potrebbe rivelarsi preziosa anche in futuro con l'arrivo dei bebè. Per quanto riguarda, invece, il concreto - vale a dire "in cosa consiste il corso preparto?" - ogni ciclo d'incontri è diverso anche se, in linea di massima, questi corsi illustrano le tecniche più utili per affrontare il travaglio, spiegano quando andare in ospedale per il parto, illustrano i dettagli del momento della nascita e poi si concentrano sulle prime cure al bebè. In altri casi poi, specialmente nei corsi organizzati dall'interno degli ospedali, è possibile confrontarsi direttamente con i professionisti che saranno presenti al momento del parto (ginecologi, anestesisti, ostetriche) e visitare la struttura per conoscere in anticipo gli spazi nei quali ci si dovrà muovere.


Quando iscriversi al corso preparto?

I corsi preparto possono essere gratuiti o possono avere un costo ben preciso e, da questo, dipende anche il momento più adatto per iscriversi. Nel primo caso si tratta dei percorsi di accompagnamento alla nascita organizzati dai consultori familiari o dalle strutture ospedaliere (e, in questo caso, il suggerimento è quello di iscriversi subito dopo l'ecografia morfologica mentre  l'eventuale prezzo per partecipare è un semplice ticket, generalmente inferiore ai 50 €). Nel secondo caso si tratta di corsi organizzati da strutture private e, generalmente, con un focus particolare (come le tecniche di ginnastica dolce o di rilassamento, per esempio). Per i corsi organizzati privatamente sia i prezzi che i suggerimenti sul momento più adatto per iscriversi variano, anche molto, da struttura a struttura. Prima di scegliere quale corso preparto frequentare, comunque, è consigliabile informarsi con attenzione chiedendo consiglio al proprio ginecologo che saprà indicare la soluzione migliore a seconda della specifica gravidanza.
 

Quando fare il corso preparto

Anche se l'iscrizione al corso preparto si dovrebbe fare - come si diceva - con un po' di anticipo, quindi subito dopo l'ecografia morfologica, la frequenza al corso inizia solo più tardi. Le strutture private e i consultori, infatti, consigliano di iniziare il corso preparto verso le 28 settimane di gravidanza mentre per i percorsi di accompagnamento alla nascita organizzati dagli ospedali la data d'inizio è, indicativamente, tra le 30 e le 32 settimane di gravidanza.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.