Febbre in gravidanza: cause e rimedi

Eleonora Chiais

La febbre in gravidanza è molto comune perché l'innalzamento della temperatura corporea è tra i primi sintomi della dolce attesa. Ecco, però, quando e come è necessario intervenire.

La febbre in gravidanza è tra i primi sintomi della dolce attesa perché la maggior produzione di progesterone dilata i vasi sanguigni e causa un aumento della temperatura. © Wavebreak Media Ltd/123rf

La febbre è sintomo di gravidanza? Sì, perché un aumento della temperatura interna nelle future mamme è fisiologico ed è scatenato dalla maggior produzione di progesterone. Se si tratta, invece di febbre alta in gravidanza è indispensabile un intervento rapido visto che le difese immunitarie del corpo della donna si attivano e possono condizionare la buona crescita del feto. Ecco tutto quello che c'è da sapere sull'influenza durante la gravidanza

Febbre - inizio gravidanza

Fin dai suoi primi sintomi la gravidanza porta febbre, cioé un aumento di temperatura che è fisiologica (oltre che normalissima) perché è legata alla maggior produzione di progesterone e può essere letta addirittura come uno dei primi sintomi di gravidanza. Questo ormone femminile, infatti, causa la dilatazione dei capillari (e dei vasi) sanguigni e, di conseguenza, comporta un leggero aumento della temperatura corporea. L'importante, quindi, è saper leggere i segnali che il corpo invia e assumere consapevolezza sulla nuova temperatura naturale di modo da poter riconoscere eventuali episodi febbrili nel prosieguo della gestazione.

Febbre alta in gravidanza

Anche se la febbre (leggera) può essere un sintomo dell'inizio della gravidanza, però, quando la temperatura aumenta molto è il segnale che qualcosa non va. Delle volte, l'influenza in gravidanza è pericolosa perché può costituire un problema per il feto in formazione visto che il corpo della futura mamma (che, da parte sua, non mostra problematiche diverse rispetto a quelle riscontrabili in un qualsiasi episodio febbrile) mette in moto le difese immunitarie per combattere la malattia e queste, tra le varie conseguenze, possono causare la comparsa di contrazioni. In questo caso, quindi, è necessario consultare prontamente il proprio medico che saprà indicare il metodo d'intervento più efficace a seconda della sintomatologia.

Influenza in gravidanza, cosa fare?

Nell'attesa del consulto con il ginecologo, comunque, esistono alcuni semplici rimedi naturali che si possono adottare per combattere i sintomi più fastidiosi della febbre in gravidanza. La prima indicazione in questo senso, infatti, è quella di mettersi a riposo adottando, però, delle accortezze e, per esempio, evitando di stare distese sulla schiena e preferendo il supporto di qualche cuscino collocato sulla zona lombare (che aiuta anche a migliorare la respirazione quando le vie aeree sono congestionate). Il secondo rimedio naturale, poi, è quello di praticare le spugnature d'acqua collocando un asciugamano imbibito di acqua fresca (o di acqua e alcool denaturato) sulle tempie, sui polsi e sulle caviglie.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.