Scabbia: sintomi e contagio

Gennaio 2018

La scabbia è una malattia contagiosa causata da un acaro invisibile a occhio nudo, chiamato Sarcoptes scabiei. Questa malattia colpisce, spesso, diverse specie animali e anche l’uomo, in quel caso si parla di scabbia umana. Secondo l’OMS, 300 milioni di persone ogni anno, nel mondo sono contagiate, in Italia nell’ultimo decennio si è registrato un aumento dei casi.


Sintomi della scabbia

Tra i suoi sintomi la scabbia provoca delle lesioni cutanee e irritazione, che si aggrava di notte, a causa dell’acaro sarcopte femmina che depone le sue uova in cunicoli creati nella pelle, causando proprio delle forti irritazioni e lesioni epidermiche, tipiche di questa malattia.

Contagio da scabbia

Nonostante il tasso di contagio sia molto alto, la scabbia non è una malattia grave, eppure, è troppo spesso percepita come una malattia “vergognosa”, poiché la sua trasmissione ha facile diffusione a causa di una prolungata promiscuità tra gente che vive a stretto contatto. Il contagio da scabbia avviene per via diretta attraverso il contatto tra uomini o tra uomo e animale. La trasmissione avviene in pochi minuti e il periodo di incubazione varia da un mese a due. In caso d’infezione recidiva, il periodo di incubazione si abbrevia e dura fino a quattro giorni. La scabbia viene classificata anche tra le malattie sessualmente trasmissibili, anche se a differenze di altre, così classificate, la scabbia ha bisogno di un contatto diretto e prolungato per essere trasmessa.

Manifestazione della scabbia

I punti che interessano maggiormente la manifestazione di questa malattia, sono le dita, i polsi, i gomiti, le ascelle, l’ombelico, nella zona di congiunzione tra i glutei e la coscia, i genitali maschili e l’aureola mammaria femminile, questo per gli adulti; nei bambini vengono interessati il volto, la testa, il collo, il cuoio capelluto, la pianta dei piedi e la zona dietro le orecchie.

Diagnosi

La diagnosi della scabbia è spesso molto difficile da individuare poiché non si trovano sistematicamente lesioni caratteristiche della scabbia, prurito, lesioni e vesciche. Il metodo migliore per accertare la scabbia è quello di rivolgersi al medico che provvederà, ai dovuti accertamenti, anche tramite analisi in vitro di campioni di pelle.

Scabbia nei bambini

Per quanto riguarda l’infezione da scabbia nei bambini, questi cercano di lenire il dolore grattandosi le zone infette e la schiena, creando una sopra infezione delle ferite.


Foto: © Syda Productions - Shutterstock.com
L'articolo originale è stato scritto da p.horde. Tradotto da GraziaFontana. Ultimo aggiornamento 25 novembre 2016 alle 21:05 da MarziaChiriatti.
Il documento intitolato «Scabbia: sintomi e contagio» dal sito Magazine Delle Donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.