Dieta per colonscopia: cosa mangiare

Cristina Piotti

Per la preparazione alla colonscopia, nei giorni precedenti l’esame, è importante seguire una dieta fornita dagli esperti, senza sgarrare.
 

Dieta per colonscopia: ci sono alimenti permessi e altri vietati, prima dell’esame. © Sergey Saulyak / 123RF


Dieta per colonscopia: gelato sì, frutta e verdura no. Sono tante le indicazioni inaspettate da seguire prima di sottoporsi all’esame.


Preparazione della colonscopia virtuale e tradizionale

La colonscopia è un esame che si effettua introducendo una sonda attraverso l’ano: chiamata endoscopio, questa sonda arriva fino al colon. La colonscopia virtuale, invece, si fa al computer usando una TAC senza contrasto. In entrambi i casi è necessaria un preparazione.


Lassativo per colonscopia

Per la pulizia del colon prima dell’esame, sia tradizionale sia virtuale, sarà richiesta l’assunzione di alcuni farmaci come il Moviprep, Marco-p o Selg. A seconda dell’orario dell’esame, bisogna iniziare a bere l’acqua a base di preparato circa 12-20 ore prima, a seconda delle indicazioni fornite dal medico e dall’ospedale.


Dieta priva di scorie per colonscopia

Quando si effettua la colonscopia, dato che si indagherà lo stato del colon-retto, questa parte del corpo dovrà essere povera di fibre e scorie per rendere più efficace l’esame. Quindi nei cinque giorni prima dell’esame no a frutta, verdura, alimenti integrali e ricchi di fibre, mollica di pane. Mentre via libera a carne, prosciutto, latte, pesce, uova.


Cosa mangiare dopo l'esame?

Di solito,  già dopo poche ore dall’esame, l’alimentazione può riprendere regolarmente e senza particolari limitazioni. Tuttavia, per circa un paio d’ore è bene aspettare a mangiare e, al massimo, bere soltanto. Infine, per 24 ore sarebbe meglio limitare i cibi grassi prediligendo frutta e verdura, ma anche ricordando che l’intestino potrebbe essere un poco irritato.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.