In forma con le fibre

Cristina Piotti
Le fibre aiutano a dimagrire, ad alimentarsi in modo sano e a tenere sotto controllo il colesterolo. Ma cosa sono, dove si trovano e come funzionano? La nutrizionista Stefania Ruggeri ci spiega quel che c'è da sapere, per sfruttare al meglio le loro potenzialità.

Le fibre aiutano nei regimi alimentari, per mantenersi in forma, sentirsi sazi e abbassare il colesterolo.


Le fibre alimentari sono un alleato utilissimo per rimettersi in forma in vista dell'estate. Aiutano a perdere i chili di troppo e a mantenere il nuovo peso-forma. Sono un rimedio per tenere sotto controllo il colesterolo e fanno parte di un regime alimentare sano e salutare. Dal mattino a sera. La dottoressa Stefania Ruggeri, ricercatrice e nutrizionista del Centro di ricerca per gli alimenti e la nutrizione di Roma e docente di Scienze e Tecnologie Alimentari Università Tor Vergata, ci spiega come, quando e perché usarle.

Cosa sono le fibre?

Le fibre sono un gruppo di composti molto presenti negli alimenti di origine vegetale, in particolare nella frutta, nella verdura, nei legumi e negli ortaggi. 

Cosa significa solubili e insolubili?

La differenza, come dice la parola, sta nella capacità di sciogliersi in acqua e alla fermentabilità. Quelle insolubili sono le cellulose, come i cereali integrali e i legumi. Quelle solubili sono invece, ad esempio, le pectine, che si trovano nella frutta.

A cosa servono le fibre?

Servono a tante cose. Prima di tutto migliorano il transito intestinale. Inoltre favoriscono il senso di sazietà, perché aderiscono alle pareti intestinale, soprattutto le insolubili. Le fibre solubili, invece, hanno la capacità di ridurre l'assorbimento del glucosio e del colesterolo. Sulla nostra flora intestinale, infine, hanno un effetto probiotico.

Quanta fibra dobbiamo consumare?

La dose consigliata è di 26 grammi al giorno, sia per gli uomini sia per le donne.

Dobbiamo davvero evitare di finire i pasti con la frutta?

So che c'è chi consiglia di mangiare la frutta lontano dai pasti altrimenti fermenta. Ma no, non è vero.

Iniziare i pasti con l'insalata invece?

Idem. Il senso di sazietà arriva circa 15/20 minuti dopo aver iniziato a mangiare, quindi se vogliamo ridurlo, tanto vale iniziare il pasto con della pasta integrale.

Dove troviamo le fibre per l'estate?

In questa stagione ne sono ricche le carote, ma hanno un alto contenuto di zuccheri, quindi per chi é a dieta non sono proprio l'ideale. Molto meglio i cetrioli e il sedano: il primo è un alimento quasi privo di calorie, quindi perfetto per saziarsi con salute senza prendere peso. Ci sono poi l'avocado e i lamponi.

 
Copyright foto: Istock

 

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.