Colore indaco: significato, proprietà e abbinamenti

Giulia Vola
L'indaco, uno dei 7 colori dell'arcobaleno, ha proprietà rilassanti, energizzanti e termoisolanti: ecco come abbinarlo (non solo) in camera da letto. 

In virtù del suo significato e delle sue proprietà l'indaco è perfetto per la camera da letto.


Com'è il color indaco?

A metà strada tra l’azzurro e il viola, l'indaco è uno dei sette colori dell’arcobaleno perfetto per vestire le pareti di casa non solo di colore ma anche di energia. Antichissima tonalità, nota dalla notte dei tempi in Asia (la usano da 4mila anni), di origine vegetale (si ottiene dalla fermentazione delle foglie di Indigofera tinctoria) e dal forte potere rilassante, è ideale per le camere da letto, nelle camerette per bambini ma anche per i muri di saloni o cucine di appartamenti arredati in stile provenzaleetnico, e shabby chic. Una delle sue particolarità è che con il passare del tempo, invece di ingrigirsi, assume una colorazione verso l’azzurro brillante.  

Significato del color indaco

A voler scavare nel significato dei colori, va chiarito che l’indaco è un colore multisensoriale, che non solo simboleggia la spiritualità e invita al risveglio interiore conciliando la meditazione, ma pare abbia anche vere e proprie capacità di cura di stati depressivi e malinconici. D’altra parte rappresenta “l’energia fredda” allo stato puro e non attivo e perciò sarebbe in grado di stimolare i sensi, agire positivamente sul sistema nervoso e sulla concentrazione. Ricordando la regola che si può tinteggiare un solo muro della stanza o una porzione (soluzione che aumenta la percezione degli spazi), l’indaco regalerà alle vostre stanze una serenità immediata.   

Color indaco alle pareti: proprietà termoisolanti

Gli abitanti delle regioni del Sahel conoscono bene le proprietà termoisolanti della tonalità dell'arcobaleno: non è un caso se la tunica dei Tuareg è di color indaco, tinta considerata nobile al punto che, laddove le vesti non coprono la pelle, i nomadi mauritani si cospargono con una polvere della stessa tonalità capace di proteggerli dai raggi del Sole. Tecnica che gli ha aggiudicato il soprannome di "uomini blu". Dal deserto ai nostri appartamenti, la nuance mantiene le proprietà termoisolanti, preziose in questo Pianeta che si surriscalda ogni anno di più. 


Colori indaco: abbinamenti

Il blu indaco, uno dei più eleganti colori della scala cromatica - non è un caso se è uno dei più diffusi tra le porcellane e le ceramiche - va a braccetto con il legno, il marmo e la madre perla. Decisamente chic con il rosa, il crema, le sfumature chiare e calde del grigio, il rosso corallo e il verde salvia. Molto più ardito con i suoi colori complementari, il giallo e il verde lime.   
 
Copyright foto: John Wollwerth/123RF

Vedi anche

Annunci Google

1 Commento

interessante questo colore e mi piace ma preferirei averlo solo su una parete.