Metrorragia: sanguinamenti tra un ciclo e l'altro

Fai una domanda
Una metroragia corrisponde ad una perdita di sangue d’origine uterina più o meno importante che sopraggiunge al di fuori del ciclo mestruale della donna.


Sintomi

Il sangue può avere diversi aspetti: rosso, nero, con o senza coagulo e il sanguinamento può presentarsi per più giorni. Se non prese in tempo possono condurre a casi di anemia e non costituiscono la risoluzione della patologia soggiacente.

Cause

La maggior parte dei casi di metrorragia sono legate a delle cause lievi tra cui un disequilibrio ormonale, fibroma, polipi, problemi di coagulazione o un’anomalia dell’endometrio, chiamata adenomiosi. Altre cause più gravi che possono presentare questo disturbo sono legati a tumori maligni. La metrorragia che appare prima della pubertà o dopo la menopausa devono essere considerati dei fenomeni non normali. Le metrorragie verificatesi durante la pubertà sono generalmente associate a delle mestruazioni troppo abbondanti, il che tocca il 2 e 5% degli adolescenti nei primi due anni, successivi al primo menarca.

Gravidanza

La metrorragia nel primo trimestre è molto frequente e si manifesta per una donna su quattro all’inizio di gravidanza. In ogni caso il consulto del medico è necessario in qualunque stadio della gravidanza essa si presenza, poiché la metrorragia può essere un segnale di un aborto spontaneo, una gravidanza extrauterina o tardiva o sintomo di patologie più gravi come un ematoma retro-placentare o placenta previa.

Consigli

Consultare sempre il medio in caso di sanguinamento al di fuori dal periodo mestruale.

Foto: © Vladimir Gjorgiev - Shutterstock.com