0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Dolori intercostali: sintomi e cause

Il dolore intercostale e i dolori al petto sono sintomi frequenti che trovano corrispondenza su patologie dall’origine differente: benigna o grave.



Sintomi

Alcuni segnali gravi associati a dolori intercostali o nella regione del torace sono uno dei motivi che devono condurre a un consulto in urgenza: difficoltà respiratoria, cianosi, congestione bronchiale, o segni cardiovascolari come pallore, ipotensione, presenza di chiazze o neuropsicologici (agitazione, ansia, vertigini).In presenza di questi sintomi è necessario consultare il medico, con una certa urgenza, onde evitare complicazioni.

Cause del dolori intercostali

Trauma e patologie dello scheletro

Tra queste cause che possono provocare dolore intercostale: frattura delle costole o frattura vertebrale, tumore alle ossa o danneggiamento dei muscoli del torace.

Patologia cardiovascolare

Tra le patologie cardiovascolari che possono causare dolori intercostali o dolore al torace da citare l’angina, che si manifesta a seguito di stress o, per cause più gravi, a seguito di un infarto del miocardio, il che provoca dolore acuto e improvviso o pericardite acuta, nel corso del quale il dolore non fa altro che peggiorare durante l’inspirazione.

Patologie radicolari (radici nervose) e neurologiche

Tra questo genere di patologia all’origine di dolori intercostali ricordiamo la nevralgia intercostale, la meningoradicolite e la fibromialgia.

Patologie polmonari e della pleura

Tra le malattie polmonari e della pleura in cui risultano frequenti i dolori intercostali si include l’embolia, che si manifesta con dolori violenti che aumentano durante la respirazione; dolori pleurici, che s’irradiano fino alla spalla aumentando con il respiro e, infine, pneumopatie infettive che causano dolori brutali, accompagnati da febbre.

Altre patologie organiche

Le patologie addominali come quelle d’origine ulcerosa (ad esempio lo stomaco), epatobiliari, pancreatite o colite possono essere annoverate tra le cause che manifestano anche dolori intercostali. Allo stesso modo anche le emopatologie (malattie del sangue) possono esserne la causa.

Patologie psichiatriche

La psiche può giocare un ruolo importante nella comparsa dei dolori intercostali, sia sintomo di somatizzazione di disturbi psicologici, che a causa d’ansia o attacchi di panico.

Diagnosi

Previo interrogatorio medico preciso, viene effettuato une esame clinico più altri complementari.

L’interrogatorio

Il medico cerca di precisare il punto esatto del dolore, il tipo (bruciore, sensazione di schiacciamento, ecc.), l’intensità, la modalità di manifestazione (brutale o progressiva), l’eventuale irradiazione alla mandibola o al dorso; le circostanza in cui esso si è presentato (stress, riposo, durante o dopo uno sforzo); la durata e il periodo d’insorgenza, i segnali e i sintomi ad esso associati (dispnea, tosse, ansia, disturbi digestivi, diabete, ecc.).

Esame clinico

Ascultazione cardiaca (ricercando un soffio) e auscultazione polmonare, pressione sanguigna.

Esami complementari

Secondo l’esito dell’esame iniziale, il medico può orientare il paziente verso diversi tipi di esami complementari, al fine di determinare la causa dei dolori e di escluderne delle altre. Tra questi esami: elettrocardiogramma, ecocardiografia, radiografia del torace, TAC, eco doppler venoso, endoscopia ed esami del sangue e dosaggio degli enzimi muscolari.
Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo