Immunofluorescenza – Definizione


Definizione

L’immunofluorescenza, raramente chiamata metodo di Coons, è una tecnica di laboratorio che consente di riparare la presenza di diverse sostanze, grazie a degli anticorpi fluorescenti. Colorando gli anticorpi e osservandoli con una luce speciale, essi consentono di detenere e riparare le sostanze sulle quali si fissano, ricercando batteri o anticorpi in campioni di prelievo. L’immunofluorescenza è anche impiegata per la diagnosi in laboratorio di alcuni tipi di malattie, come ad esempio le malattie autoimmuni. Si parla di immunofluorescenza diretta e immunofluorescenza indiretta, a seconda della procedura di analisi utilizzata.
L'articolo originale è stato scritto da Jeff. Tradotto da ClaudiaScarciolla. Ultimo aggiornamento 19 maggio 2017 alle 14:31 da ClaudiaScarciolla.
Il documento intitolato «Immunofluorescenza – Definizione» dal sito Magazine Delle Donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.