0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Microcefalia: cause, sintomi e trattamento

Il termine microcefalia designa la taglia anormalmente piccola del cranio, visibile spontaneamente. La testa è infatti molto più piccola rispetto al resto del corpo.


Definizione

La microcefalia è un disturbo per cui il cranio risulta visivamente più piccolo rispetto al corpo. Oltre al metodo visivo, questa malformazione può essere valutata attraverso la misurazione del perimetro del cranio. La microcefalia viene individuata nell’infanzia, dalla qual cosa deriva l’importanza della diagnostica precoce, del controllo del peso e dell’altezza del neonato, anche durante la crescita e lo sviluppo successivi. La microcefalia è una delle conseguenze del virus Zika.

Cause

La microcefalia può essere dovuta a due principali meccanismi: in seguito all’arresto dello sviluppo del cervello, o in seguito ad una craniostenosi (sutura troppo precoce delle ossa del cranio a livello delle zone denominate suture). Diverse sono le patologie di origine congenita che possono portare una microcefalia: arresto prematuro della crescita durante la gravidanza, apporto sanguigno insufficiente durante la gravidanza o alcune malattie cromosomiche.

Sintomi

I sintomi della microcefalia sono la grandezza del cranio inferiore rispetto alla norma (stabilita tramite la misura del perimetro del cranio). Un cranio dalla morfologia particolare e un ritardo mentale più o meno profondo.

Diagnosi

La diagnosi della microcefalia è relativamente semplice poiché si basa sull’esame della morfologia del cranio e della circonferenza della testa. Tale esame è praticato con l’ausilio di una fettuccia metrica che permette la misurazione del perimetro del cranio e la seguente comparazione con i dati normali. La diagnosi della microcefalia può anche essere fatta durante la gravidanza grazie all’ecografia prenatale.

Trattamento

In generale, la correzione della microcefalia è spesso impossibile. In alcuni casi, però (nei casi di craniostenosi per esempio), un intervento chirurgico, con il quale si apre leggermente in alcuni punti la scatola cranica al fine di permettere al cervello di svilupparsi, è possibile. La maggior parte del trattamento consiste nella gestione dei sintomi della microcefalia, come il ritardo mentale e altri disturbi dello sviluppo.

Prevenzione

Per evitare anomalie come la microcefalia è importante che la gravidanza si svolga al meglio e che la madre non consumi sostanze tossiche, nocive per lo sviluppo del feto, come alcol, tabacco e droghe.
Il documento intitolato « Microcefalia: cause, sintomi e trattamento » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.