0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Giochi di gruppo per bambini: i grandi classici

Da "Guardie e ladri" a "Palla prigioniera", dai "Quattro cantoni" fino al "Lupo mangia frutta", ecco una selezione di giochi di gruppo per bambini che non passeranno mai di moda.

Giochi di gruppo per bambini? L'importante è divertirsi tutti insieme!


Quali sono i migliori giochi di gruppo per bambini? Quali i più divertenti? Se i bambini non vogliono giochi da fare in casa ma preferiscono il movimento en plain air, i giochi classici che si prestano bene a renderli felici sono moltissimi: eccone alcuni (con le loro regole e qualche consiglio).

Copyright foto: stylephotographs/123rf

Le belle statuine

Per giocare alle Belle Statuine uno deve rimanere fermo a contare e gli altri gli si devono avvicinare pian piano.


Per giocare alle belle statuine i bambini si dividono in venditore, cliente e - appunto - statuine. Il venditore, quindi, deve mostrare al cliente tutte le statuine: chi, tra queste ultime, riuscirà a rimanere immobile durante l'esame (e le sollecitazioni) prenderà il posto del cliente mentre chi si lascerà scappare una risata sarà costretto ad uscire dal gioco.

A cosa serve? Oltre ad essere un gioco oggettivamente divertente, le belle statuine sono utili perché aiutano ai bambini l'auto-controllo motorio. 

Copyright foto: Alena Ozerova/123rf

Corsa nei sacchi

La corsa nei sacchi è uno tra i giochi di gruppo più comuni e diffusi.


Un classico intramontabile delle più riuscite feste per bambini, la corsa nei sacchi richiede un numero di partecipanti estremamente variabile (e, in casi estremi, può bastarne uno solo che cronometri il tempo del suo percorso e poi che nei percorsi successivi cerchi di migliorarsi). Lo scopo è quello di coprire una distanza saltando con i piedi avvolti in un sacco (di stoffa o di cartone spesso).

A cosa serve? Il gioco della corsa nei sacchi aiuta a sviluppare una buona fisicità perché costringe i più piccoli a trovare metodi alternativi alla corsa. 

Copyright foto: stylephotographs/123rf

Guardie e ladri

Guardie e ladri - come tutti gli altrettanto diffusi giochi d'inseguimento - ha origini molto antiche.


Guardie e ladri è un gioco molto antico ma ancora estremamente diffuso. Per giocarci i bambini devono suddividersi in due gruppi (disomogenei nel numero, le guardie devono essere meno rispetto ai ladri) e poi le guardie devono cercare di catturare i ladri toccandoli mentre questi ultimi avranno lo scopo di scappare e di liberare (sempre toccandoli con la mano) i loro compagni di squadra che sono stati arrestati. 

A cosa serve? Come tutti i giochi che prevedono un "cacciatore" e una "preda" questo gioco è prima di tutto fisico ma poi, visto l'obbligo di liberare i compagni imprigionati, può essere utile anche per aumentare lo spirito di squadra. 

Copyright foto: Sergey Novikov/123rf

Lupo mangia frutta

Lupo mangia frutta è, tra i giochi di gruppo per bambini, quello più utile per imparare termini nuovi.


Utilissimo per insegnare ai piccoli di casa anche i nomi dei frutti meno diffusi e meno noti, Lupo mangia frutta prevede che i concorrenti scelgano un lupo e che poi ognuno di loro decida che frutto vorrà essere. A questo punto il lupo dovrà chiamare i diversi frutti e questi, quando sentiranno il nome del loro frutto, dovranno scappare più velocemente possibile. 

A cosa serve? Lupo mangia frutta è senz'altro utile per insegnare ai piccoli di casa termini nuovi e per stimolare la loro curiosità. 

Copyright foto: Iakov Filimonov/123rf

Palla prigioniera

Palla prigioniera è adatto anche ai bambini più piccoli e assicura un pomeriggio di divertimento.


Palla prigioniera è - tra i giochi di gruppo per bambini - una scelta già un po' più strutturata. Da non confondere con il (più semplice) palla avvelenata, infatti, palla prigioniera prevede che i giocatori si suddividano in due squadre (da, minimo, quattro persone ciascuna) e che poi prendano ciascuna possesso di una metà del campo dalla quale - dopo aver fatto tre passaggi al volo all'interno della squadra - dovranno lanciare la palla contro gli avversari per catturarli.

A cosa serve? Senz'altro utile per insegnare il rispetto delle regole, palla prigioniera è un gioco un po' più complicato che stimola la logica dei più piccoli. 

Copyright foto: Aliaksei Lasevich/123rf

Quattro cantoni

Il gioco dei Quattro cantoni si adatta facilmente a seconda dell'età e del numero dei partecipanti.


Il gioco dei Quattro Cantoni è tra i passatempi più classici per bambini e ragazzi. Per giocarci è sufficiente una stanza grande o un prato nel quale bisognerà trovare quattro segni distintivi (alberi, pietroni eccetera). A questo punto quattro giocatori staranno sui vertici e dovranno scambiarsi di posto mentre uno, al centro, dovrà tentare di impedirglielo rubandogli il posto non appena questi si sposteranno.

A cosa serve? L'utilità dei quattro cantoni è, prima di tutte, quella di insegnare ai bambini l'importanza delle alleanze che - se ben strutturate - permetteranno loro di scambiarsi di posto senza difficoltà. 
 
Copyright foto: maximkabb/123rf

Gioco delle sedie

Tra i giochi musicali è senz'altro il più noto ma il gioco delle sedie non perde mai il suo fascino.


Perfetto a tutte le età (ma adatto, in particolare, ai bambini più musicali) il gioco delle sedie si può giocare sia in casa sia all'aria aperta e prevede che si allestisca uno spazio con delle sedie (che dovranno essere una in meno rispetto al numero complessivo di giocatori) salvo poi accendere la musica e invitare i giocatori a girare attorno alle sedie stesse. Quando la musica si fermerà tutti dovranno cercare di sedersi su una sedia ma uno di loro non ci riuscirà e, quindi, dovrà abbandonare il gioco portandosi via una sedia. 

A cosa serve? Utilissimo per migliorare i riflessi dei più piccoli, il gioco delle sedie è molto noto ma non perde mai il suo fascino. 

Copyright foto: Sergey Novikov/123rf

Strega tocca colore

Strega tocca colore è un gioco particolarmente utile per sviluppare nei bambini la capacità d'osservazione.


Strega tocca colore ricorda un po' Lupo mangia frutta ma, a differenza di questo, richiede una maggiore capacità d'inventiva visto che il colore - a differenza del frutto - non è stabilito a priori. In questo gioco, infatti, la "strega" decide un colore e tutti devono correre a toccare un oggetto che sia di quel colore prima che la strega riesca a catturarli: chi tocca il colore per primo diventa la nuova strega.

A cosa serve? Così come Lupo mangia frutta anche Strega tocca colore può essere utile per implementare il vocabolario dei bambini.

Copyright foto: dolgachov/123rf

Telefono senza fili

Il telefono senza fili insegna ai piccoli di casa a concentrarsi sul senso dell'udito e sulla pronuncia.


Il telefono senza fili è uno dei giochi di gruppo per bambini più diffusi e noti del mondo. I giocatori si siedono vicini poi il primo della fila dice una frase all'orecchio del secondo che la ripete all'orecchio del terzo, che la sussurra al quarto e così via fino a quando l'ultimo della fila non ascolta la frase e deve ripeterla a voce alta. Con grande ilarità di tutti la frase finale, quasi sempre, sarà molto diversa da quella di partenza (e molto, molto più ridicola).

A cosa serve? Utilissimo per sviluppare la capacità di ascolto dei bambini, il telefono senza fili è particolarmente apprezzato dai pedagoghi perché insegna ai bambini a riflettere sulla velocità di trasmissione di notizie false e informazioni storpiate. 

Copyright foto: ambrozinio/123rf
Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo