0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

La dieta tisanoreica di Gianluca Mech: opinioni a confronto

Chi è Gianluca Mech? Cos'è la dieta Tisanoreica e come funziona? Abbiamo intervistato l'ex concorrente dell'Isola dei Famosi 2016 insieme alla nostra esperta, per avere il loro parere su diete, perdita di peso e salute.

Chargement de votre vidéo
"La dieta tisanoreica di Gianluca Mech"


Gianluca Mech è l’imprenditore e inventore della dieta Tisanoricache abbiamo imparato a conoscere durante l'ultima edizione dell'Isola dei FamosiAmbra Ciliberto è la nostra esperta che lavora come dietista presso l'Istituto Nazionale di Chirurgia dell'Obesità di Milano. Li abbiamo intervistati per parlare di diete, salute e dimagrimento, cercando di capire anche se la tisanoreica funziona davvero. Ecco le loro opinioni a confronto.

Chi è Gianluca Mech

Gianluca Mech, 47 anni, imprenditore, erborista, 15 anni fa ha lanciato la dieta Tisanorica. L’Isola dei Famosi, però, ha lasciato spazio ad una persona diversa dal passato: “Sono sempre stato il rappresentante della mia azienda, quindi ho portato avanti un ruolo serio, molto formale. Con questa esperienza televisiva ho avuto la possibilità di essere solo Gianluca e questo mi ha insegnato, nella vita di tutti i giorni, ad essere più spontaneo e informale”. 

Cos'è la dieta tisanoreica?

La dieta Tisanoreica è detta fitochetogenica, perché induce la chetosi di riduzione calorica, usando piante officinali e anche tisane per dimagrire. La dieta ideale per perdere peso, per il suo inventore: “Durante la dieta tisanoreica si perde massa grassa mantenendo la massa magra. Grazie alle piante officinali e alle proteine vegetali che vengono assunte tramite il cibo tisanoreica e le piante officinali, non c’è né carico epatico né carico renale”. Un programma di dieta pensato per il grande pubblico, anche se per chi segue la dieta c’è un numero verde gratuito con esperti medici ed erboristi a disposizione. 

Ma la nostra Ambra Ciliberto ha per ideale una dieta personalizzata che si adatti alle esigenze di ogni paziente: “Una dieta personalizzata sul paziente è l’ideale per rispettare completamente i suoi fabbisogni, gusti ed esigenze. Una dieta equilibrata in termini di carboidrati, proteine e grassi, non restrittiva o limitata, ma che comprenda una vasta gamma di alimenti”.

La dieta chetogenica

Altro punto sul quale i nostri due esperti ci offrono due punti di vista diversi è il tema chetosi, che nel caso della Tisanoreica viene chiamata chetosi verde, perché vengono utilizzate piante officinali: “La chetosi è un meccanismo per cui un organismo riesce a sopravvivere senza i carboidrati. Quando non ci sono i carboidrati l’organismo deve usare i grassi come fonte di energia. Però il cervello non può usare i grassi così come sono. Devono prima essere trasformati dal fegato in corpi chetonici. Questa via è la chetosi: possiamo avere una chetosi normocalorica, senza perdere peso, oppure una chetosi ipocalorica, che serve per dimagrire senza sentire la fame”. 

Ambra Ciliberto al riguardo è molto più cauta: “La chetosi avviene in totale assenza o in presenza di una bassissima percentuale di carboidrati, solitamente inferiore ai 20 grammi al giorno. Si osserva in caso di patologie come il diabete o digiuno prolungato, dopo 2-3 giorni di digiuno, o quando si seguono delle diete iperproteiche. Solitamente il cervello, che usa il glucosio come fonte principale di energia, in assenza di carboidrati crea energia da una fonte alternativa, processo che avviene dalla formazione dei corpi chetonici, appunto”. 

Anche sul tema dieta e chetosi, i suoi dubbi sono chiari: “Le diete chetogeniche vengono usate da molti anni nel trattamento dell’epilessia, più di recente sono usate anche nel trattamento della grande obesità, ad esempio in preparazione ad un intervento di chirurgia bariatrica, che permette una rapida perdita di peso e riduce i rischi pre-operatori. Si tratta di processi che non sono esenti da complicazioni, ed è fondamentale che il paziente sia costantemente monitorato”.

Dimagrire mangiando? Basta farlo bene

Su un  tema i nostri esperti, a sorpresa, sono quasi d’accordo. Dimagrire significa comunque mangiare bene:E mangiare bene per me significa cercare cibi di qualità badando agli ingredienti che formano i cibi che mangiamo sempre, ma soprattutto saper sgarrare bene, con prodotti di qualità”, spiega Mech. 

Anche per la nostra dietista lo strappo alla dieta è importante: “Quando imposto un regime alimentare, insegno anche a concedersi qualche sgarro senza sentirsi troppo in colpa”, ma con un aggiunta fondamentale: “Per mangiare bene bisogna farlo in modo sano, non è necessario per forza puntare su prodotti biologici e costosi, ma consumare frutta e verdura di stagione”. 

Copyright foto e video: Barbara Leoni / Magazine delle Donne
Il documento intitolato « La dieta tisanoreica di Gianluca Mech: opinioni a confronto » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.