0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Sesta malattia: cos’è e come si cura

La sesta malattia, la patologia virale che colpisce i piùpiccoli e si manifesta con febbre alta e con la tipica eruzione cutanea, è moltocontagiosa fin dalla fase di incubazione: come riconoscere i sintomi?


La sesta malattia si manifesta con febbre alta alla quale segue la tipica eruzione cutanea.

 

Sesta malattia, una patologia virale che colpisce i piùpiccoli generalmente tra i 6 mesi e i 2 anni portando febbre alta e la tipicaeruzione cutanea. Si tratta di una malattia molto contagiosa che, normalmente,quando viene contratta durante l’infanzia porta all’immunità. Come riconoscernei sintomi? Quali sono le cure?

 

La fase di incubazione

La fase di incubazione ha una duratache va dai 5 ai 15 giorni e si manifesta, in principio, con una leggerainfezione delle vie respiratorie superiori. Dopo la costipazione arriva quindila febbre che, normalmente, supera i 39° e dura indicativamente una settimanadurante la quale il bambino appare nervoso e può manifestare un calo diappetito e un gonfiore alle ghiandole del collo.

 

L’eruzione cutanea

La febbre, che essendo molto alta spaventa spesso i genitorispecialmente dei bambini più piccoli, quando è legata alla sesta malattiasparisce – in condizioni normali – quasi all’improvviso ed è seguita a strettogiro da un’eruzione cutanea. Questa si manifesta dapprima sul tronco per poiespandersi al resto del corpo specialmente sul collo, sul viso, sulle braccia esulle gambe. L’eruzione è quella che permette di stabilire se si tratta davverodi questa patologia perché è caratterizzata da macchie rosso-rosate, che possonoessere in rilievo o piatte, ma che diventano bianche quando vengono toccate. La malattia, poi, può esplodere anche in semplici puntini diffusi chemostrano un alone bianco sui bordi.

 

Il contagio

La patologia è molto contagiosa e si diffondeattraverso i liquidi corporei, in primis muco e saliva. Il problema, però, è che spesso i bambinivengono a contatto con liquidi infetti quando chi è ammalato non è ancoraconsapevole della malattia cioè durante la fase di incubazione. Il contagiocessa, generalmente, a partire dal giorno successivo la fine della febbre.  

 

Le cure

La febbre ha una durata che può variare tra i 3 e i 7 giornimentre l’eruzione cutanea può durare da poche ore ad alcuni giorni. Il momentonel quale si può intervenire con i farmaci, però, è esclusivamente il primo:quando il bambino manifesta febbre alta, infatti, è consigliato un trattamentofarmacologico per ridurre la temperatura, mentre per tutta la durata dellamalattia è fondamentale reidratare il piccolo, incoraggiandolo a bere moltiliquidi come acqua, tè deteinato e brodo. 


Copyright foto: Fotolia

Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo