Disturbo ossessivo compulsivo: cause, sintomi e cura

Il disturbo ossessivo compulsivo è una condizione psicologica la cui causa è l’ansia che si manifesta con la presenza di ossessioni e compulsioni che riproducono dei comportamenti ripetitivi che generano angoscia.


Definizione

Il disturbo ossessivo compulsivo è un disturbo ansioso che si manifesta con delle ossessioni e delle compulsioni. Il soggetto ossessivo compulsivo ripete in maniera rituale dei comportamenti irrazionali, come lavarsi le mani costantemente o verificare più volte di seguito che il gas o le finestre siano ben chiuse prima di lasciare la propria abitazione. Anche il fatto di rimuginare rientra tra i sintomi di questo disturbo: il soggetto, infatti, riflette in continuazione sulle stesse cose, che sono spesso senza fondamento, come ad esempio la paura di andare in prigione, il pensiero di morire o di aggredire qualcuno. Si parla di disturbo ossessivo compulsivo quando questi disturbi durano per più di un’ora al giorno e hanno una ripercussione negativa importante sulla vita sociale del paziente.

Cause

Le cause del disturbo ossessivo compulsivo non sono ampiamente conosciute. Si è scelto tuttavia di prendere in considerazione e di analizzare la pista del malfunzionamento dei neurotrasmettitori cerebrali (quali la dopamina, la serotonina, la vasopressina).

Sintomi

I sintomi del disturbo ossessivo compulsivo cominciano in maniera progressiva o rapida in seguito ad un trauma. Esiste una molteplicità di ossessioni che possono essere classificate in tre categorie: le ossessioni ideative che sono delle rappresentazioni ricorrenti di immagini o di un’idea (pensieri inopportuni sulla religione o sulla sessualità, bisogno di fare ordine, ecc.); le ossessioni fobiche legate alla paura di un oggetto, di una malattia o della contaminazione (paura della sporcizia o di un virus); le ossessioni impulsive che possono essere la paura di realizzare, contro la propria volontà, degli atti reprensibili (paura di aggredire qualcuno o di svestirsi in pubblico, ecc.). Per quanto riguarda la compulsione, essa, ha delle connotazioni molto diverse come quelle dell’ossessione di verificare eccessivamente che qualcosa sia la proprio posto, fare calcoli mentali incessanti, bisogno di lavarsi in continuazione, disturbi alimentari, e altro.

Cura

La cura del disturbo ossessivo compulsivo si basa molto spesso sulla combinazione di due strategie: una a base di psicoterapia, con terapia comportamentale e cognitiva (TCC]), e l’altra a base di di medicinali quali ansiolitici o antidepressivi, a seconda della gravità in cui riversa il paziente.


Foto: © pathdoc - Shutterstock
L'articolo originale è stato scritto da Jeff. Tradotto da MarziaChiriatti. Ultimo aggiornamento 13 marzo 2018 alle 16:44 da ClaudiaScarciolla.
Il documento intitolato «Disturbo ossessivo compulsivo: cause, sintomi e cura» dal sito Magazine Delle Donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.