0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Gonorrea: sintomi, diagnosi e trattamento

La gonorrea, conosciuta anche con il nome <ital<blenorragia</ital> o scolo è un’infezione sessualmente trasmissibile (attraverso il contatto sia orale che genitale, anale o vaginale), molto contagiosa, causata da un batterio patogeno Neisseria gonorrhoeae, il gonococco. È un’infezione benigna, se trattata precocemente, ma è fonte di varie complicazioni se ignorata o non trattata (si rimanda sotto). Questa rappresenta anche una delle cause di infiammazione dell’uretra e di clamidia. Ma quali i sintomi più frequenti, nell’uomo e nella donna e come diagnosticarla?


Rischi e prevenzione da gonorrea

I rapporti sessuali non protetti con partner a rischio aumentano le possibilità di contaminazione da parte del gonococco. Tanto che, come per altre malattie sessualmente trasmissibili, l’uso del preservativo è essenziale (anche se, purtroppo, non sufficiente) a garantire la prevenzione della blenorragia gonoccocica.

Sintomi

Il periodo d’incubazione va, generalmente, da due a sette giorni e spesso la gonorrea risulta asintomatica, soprattutto nella donna. In caso di sintomi evidenti, si presenta una differenza tra uomo e donna:

Sintomi nell’uomo

Le manifestazioni sintomatiche della gonorrea dell’uomo sono la sensazione di bruciore durante l’orinazione, la fuoriuscita di pus dall’uretra (bianco o giallastro), dolore ai testicoli e prurito uretrale.

Sintomi nella donna

Nelle donne i sintomi tipici della gonorrea, se visibili, sono perdite vaginale, bruciore urinario, infiammazione dell’uretra, della cervice e del retto.

Diagnosi Gonorrea

La diagnosi batteriologica mette in evidenza la presenza del germe, tramite prelievo ed esame al microscopio, che avviene a livello dell’uretra nell’uomo e al collo dell’utero nelle donne. Possono essere effettuati anche tamponi al livello anale o faringeo e per quanto riguarda la gonorrea della cervice e dell’uretra, possono essere presi dei campioni d’urina.

Complicazioni

In assenza di trattamento, come sopra accennato, si può andare incontro a un grave rischio che vede negli uomini, l’infiammazione della prostata o dell’epididimo. Lesioni al tratto genitale possono anche esser causa di infertilità (in casi rari). Nelle donne, invece, le complicazioni da gonorrea vedono un’infiammazione delle tube di Falloppio (salpingite) causando infertilità e aumentando il rischio di gravidanza ectopica. In caso di gonorrea durante la gravidanza è bene sapere che le complicazioni nei bambini possono essere letali. Raramente l’infezione da gonorrea può diffondersi nella circolazione sanguigna e nelle articolazioni e aumenta il rischio di contagio all’HIV.

Cura

In quanto infezione batterica è bene trattarla con antibiotici per via intramuscolare o orale e in base al ceppo del batterio.
Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo