0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Manovre pediatriche salvavita: come fare la cosa giusta al momento giusto

La sicurezza dei più piccoli passa attraverso la prevenzione. Riflettori puntati sui corsi organizzati dalla Croce Rossa e sui video-tutorial eccellenti. 

Riflettori puntati sulla prevenzione, anche on-line si moltiplicano i corsi di pronto soccorso.


Solo in Italia sono cinquanta ogni anno i bambini che muoiono per soffocamento. A far luce su questa tragica realtà ecco i dati pubblicati dall’Istat secondo i quali il 27% delle morti classificate come "accidentali", nei bambini tra 0 e 4 anni con un picco tra i 2 mesi e i 2 anni, avviene per “soffocamento causato da inalazione di cibo o di corpi estranei”. Al crescere dell’età la percentuale si abbassa, arrivando all’11,5% tra i bambini da 5 a 9 anni e al 4,7% nella fascia tra 10 e 14 anni

La seconda causa di morte in età pediatrica (la prima sono gli incidenti stradali) appare però tanto più tragica perché nella maggior parte dei casi potrebbe essere evitata con un intervento pronto e soprattutto consapevole. Riflettori puntati quindi ancora una volta sulla prevenzione che, grazie ai corsi organizzati e promossi dalla Croce Rossa in ogni angolo della penisola, è davvero alla portata di tutti. Ma non solo. 

On-line si moltiplicano i video-tutorial eccellenti tra quello girato da Trenta Ore per la Vita in occasione della Festa della Mamma 2014, che vede come protagonista la testimonial Lorella Cuccarini, o quello firmato da Anna Maria Testa diffuso per la prima volta nel 2003 e riproposto, in una versione aggiornata secondo le nuove norme europee, nel 2014. Il video “I nostri bambini come proteggerli, come soccorrerli” affronta, in poco più di mezz’ora, un intero corso di prevenzione e di pronto soccorso utilizzando un linguaggio semplice alla portata di tutti e portando come esempi alcuni di quei genitori che davvero hanno salvato i propri figli “facendo la cosa giusta al momento giusto”. 

La voce narrante di Lella Costa guida lo spettatore in una panoramica dei possibili incidenti domestici spiegando come intervenire, con quali tempistiche e facendo spesso sorridere perché contiene una buona percentuale di suggerimenti di buon senso ai quali (forse) tutti potrebbero arrivare con la propria testa. Ma questo non sempre succede perché  lucidità e urgenza raramente vanno di pari passo. Proprio per questo, spiega Anna Maria Testa presentando il video sulle pagine del settimanale Internazionale, è indispensabile aumentare la consapevolezza per poter fare un passo avanti nella prevenzione. “Ogni singola volta in più che viene visto da ogni singola persona – conclude la pubblicitaria - abbiamo ridotto di un pezzetto il rischio. È una cosa che possiamo (e, credo, dovremmo) fare, tutti insieme”.




Copyright foto e video: Istock / You Tube

Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo