0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Cos'è l'osteoporosi? Sintomi e cure

L’osteoporosi è una malattia autoimmune dello scheletro, caratterizzata dalla diminuzione della densità delle ossa e dall’alterazione della loro struttura, che porta a una riduzione della resistenza ossea e quindi a un rischio elevato di fratture. 

L'osteoporosi è una malattia che rende le ossa più fragili.

Quali sono i fattori di rischio dell'osteoporosi? 

I principali fattori di rischio sono: 
  • Menopausa precoce e antecedenti materni di frattura al collo del femore.
  • Indice di massa corporea basso (bassa statura, peso leggero).
  • Cure prolungate a base di cortisone.

Quali sono i sintomi? 

L’osteoporosi è una malattia “silenziosa”. Per questa ragione è necessario individuarla presto, prima di procurarsi una frattura. 

Chi consultare? 

Un reumatologo.

Come fare la diagnosi? 

Per diagnosticare l'osteoporosi bisogna sottoporsi a un esame chiamato MOC (mineralometria ossea computerizzata). Quest’analisi ai raggi X indica la massa ossea, ossia misura la quantità di osso in un certo punto dello scheletro. L’obiettivo è di stimare il rischio di frattura. L’analisi è indolore e non invasiva.

Quali sono le cure? 

Il trattamento dell’osteoporosi passa per alcune regole di vita: bisogna avere un’alimentazione varia e ricca di calcio (latticini, formaggi, acqua minerale ricca di calcio), combattere la sedentarietà (l’attività fisica assicura il mantenimento dell’integrità dello scheletro e limita le cadute), uscire tutti i giorni (la vitamina D, la cui sintesi è favorita dall'esposizione ai raggi del sole, protegge lo scheletro). 
Esistono anche dei trattamenti farmacologici contro l'osteoporosi, come ad esempio:
  • i SERM, modulatori selettivi dei recettori degli estrogeni, delle molecole con effetti diversi a seconda dei tessuti a cui sono indirizzati. A livello delle ossa, hanno lo stesso effetto degli estrogeni, diminuendo così la perdita ossea e il rischio di fratture.
  • I bifosfonati, che riducono il rischio di fratture perché inibiscono le cellule (osteoclasti) responsabili della distruzione del tessuto osseo. 

Per maggiori informazioni, consultate il sito del Ministero della Salute.

Attenzione: le schede salute sono a puro scopo informativo; non possono essere considerate come esaustive e devono essere sottoposte a verifica. In nessun caso queste informazioni possono sostituire una visita medica. Per diagnosticare o curare una malattia è indispensabile consultare un medico. Il Magazine delle Donne non potrà essere ritenuto responsabile delle conseguenze che risultano dalla consultazione delle schede “salute”. 

Copyright foto: Istock
Il documento intitolato « Cos'è l'osteoporosi? Sintomi e cure » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.