Sarcoma

Fai una domanda
Il sarcoma tratta di tumori dei tessuti connettivi che quindi possono insorgere in sedi molto diverse



Sarcoma dei tessuti molli

I sarcomi dei tessuti molli rappresentano la forma più frequente di sarcomi, insorgono di solito intorno ai 60 anni e in svariate sedi dalle parti molli degli arti al tronco, dall’addome ai visceri. Si può quindi avere un sarcoma alla mammella o alla coscia o al polmone. Bisogna notare che è la diagnosi istologica a differenziare alcune forme, ad esempio il carcinoma dal sarcoma della mammella.

Sarcoma sinoviale

Il sarcoma sinoviale è un tumore raro, ma non incurabile, che colpisce molto spesso i giovani. Si Tratta di una tipologia del sarcoma dei tessuti molli che colpisce il tessuto sinoviale, che riveste le cavità delle articolazioni.

Sarcoma osseo

Il tumore che si sviluppa a partire dall’osso è chiamato tumore primario dell'osso, che nella maggior parte dei casi è un sarcoma, da distinguere (in base alla sua origine) in osteosarcoma (più comune, si sviluppa nel tessuto osseo) e condrosarcoma (si origina dalla cartilagine).

Sarcoma uterino

Gran parte dei tumori dell’utero si originano dalle cellule dell'endometrio: sono i carcinomi endometriali. Nel caso in cui invece il tumore abbia origine nelle cellule a livello muscolare o connettivo dell'utero si parla di sarcomi uterini.

Sarcoma di Kaposi

Il sarcoma di Kaposi prende origine dalle cellule endoteliali che ricoprono l'interno dei vasi sanguigni o di quelli linfatici. Può manifestarsi a livello di cute, di mucose e di organi interni.

Sarcoma di Ewing

Il sarcoma di Ewing appartiene ad un gruppo di tumori di che possono essere localizzate in aree diverse del corpo, ma che hanno in comune origine e caratteristiche istologiche, ovvero derivano da cellule staminali indifferenziate di origine mesenchimale o neuro ectodermica. Si tratta in particolare dei tessuti che a livello embrionale danno origine al sistema muscoloscheletrico o nervoso. Possono insorgere a qualunque età, ma si manifestano prevalentemente nei bambini e negli adolescenti.

Foto: © Michael Heim - 123RF

Potrebbe anche interessarti