Disfonia: cause, sintomi e cura

Fai una domanda
La disfonia è un’alterazione della voce che diviene rauca o sorda, le cui cause possono essere più o meno gravi. Ecco nel dettaglio.



Cause

Nella maggior parte dei casi, la disfonia funzionale è conseguenza di una laringite, un episodio di sforzo di sovraffaticamento vocale (i professionisti del canto ad esempio conoscono molto bene questa situazione) o a causa di un’allergia. Essa può essere aggravata dall’alcool, dal tabacco o dal reflusso gastroesofageo. La disfonia funzionale può anche essere dovuta da lesioni benigne delle corde vocali: nodulo, polipi. Per quanto riguarda la disfonia cronica, essa si manifesta in caso di laringite cronica (in particolar modo presente nei fumatori), cancro alla laringe o tumore delle corde vocali. Mentre, per quanto riguarda la disfonia spasmodica essa sopraggiunge generalmente verso i 40 anni a causa di un abbassamento del tono muscolare.

Sintomi

Cronica o acuta, la disfonia colpisce la voce. Essa può manifestarsi con una modifica del timbro, dell’intensità o della frequenza della voce: raucedine, voce roca, perdita della voce (afonia delle corde vocali).Queste difficoltà d’emissione dei suoni possono essere associate anche ad altri sintomi, quali: stanchezza, fastidio, alterazione della comunicazione con altri. La disfonia non colpisce, però la linga, ma si contraddistingue per disturbi all’articolazione.

Diagnosi

La disfonia è un disturbo benigno la cui diagnosi è effettuata su un esame clinico o sull’interrogatorio del paziente, il quale riporta le sue abitudini e gli eventuali antecedenti al proprio medico. La disfonia necessita di un consulto medico specialistico, otorinolaringoiatra, se persiste per più di quindici giorni. Oltre questo lasso di tempo, è considerata come cronica e necessita degli esami approfonditi, come la laringoscopia.

Cura

La cura della disfonia dipende dalla sua forma, se acuta o cronica, e dalla causa che genera il problema. In un primo tempo, viene consigliato al paziente che ne soffre di mettere a riposo le corde vocali. In caso di laringite, la cura è bassata sui sintomi, quindi verranno prescritti antinfiammatori, decongestionanti nasali, antibiotici. Può rivelarsi necessario smettere di fumare. In caso di tumore benigno, la disfonia è trattata con una microchirurgia seguita da una rieducazione ortofonica. Prove allergiche e trattamento a base di antistaminici sono tra le soluzioni consigliate per alleviare una disfonia di tipo allergico. Una rieducazione ortofonica è ugualmente consigliata per il trattamento o la prevenzione della disfonia o dell’affaticamento vocale.

Foto: © Rommel Canlas- 123RF