0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Tonsilloliti: sintomi e cure

I tonsilloliti sono un’affezione generalmente benigna che colpisce la bocca. Si tratta frequentemente dei maggiori responsabili dell’alitosi perché si compongono di cellule morte. Tuttavia, fortunatamente, sono facili da individuare e da trattare.



Sintomi

I tonsilloliti si manifestano con la presenza di tessuti di aspetto granuloso, posti dopo le tonsille, in fondo alla bocca. Col tempo, questi calcoli minuscoli possono formare delle piccole palline biancastre più visibili che si distinguono generalmente per via dell’alito cattivo. Il tonsillolito ha una forma rotonda, abbastanza irregolare, con consistenza pastosa, una colorazione gialla o biancastra e un odore nauseabondo.

Tonsille criptiche

La formazione di un tonsillolito proviene dall’accumulazione di pelle morta (cheratina) sulle tonsille, che vengono normalmente ingerite ed eliminate. Le tonsille criptiche, che presentano appunto delle “cripte”, cavità profonde, favoriscono l’apparizione dei tonsilloliti.

Tonsilloliti: cura

Il tonsillolito si manifesta generalmente con: alitosi, fonte di disagio per la vita sociale dei pazienti, e lo stesso tonsillolito che è appunto all’origine dell’alitosi. I metodi utilizzati per ridurre i sintomi o eliminare il problema possono essere: l’utilizzo frequente del colluttorio o l’estrazione del tonsillolito. In alcuni casi possono essere presi in considerazione un intervento con il laser per la riduzione delle tonsille o una tonsillectomia.

Complicazioni

In alcuni casi, il tonsillolito può infettarsi e provocare delle frequenti tonsilliti. In casi più rari, può essere invece un sintomo associato alla tubercolosi. È bene in ogni caso consultare un medico specialista.

Foto: © Smith1972 - Shutterstock.com
Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo