Ascella - Definizione

Fai una domanda
Le ascelle sono delle zone del corpo in cui confluiscono i linfonodi. Ecco una definizione di questa parte del corpo e gli eventuali disturbi che possono presentarsi.


Definizione

L'ascella è una zona anatomica di forma piramidale che copre la zona situata tutto la spalla tra la parte intera del braccio e la parte laterale del torso. Si tratta di una zona del corpo solitamente ricoperta di peli, la quale si presenta fortemente vascolarizzata e ricca di nervi. Questa regione, detta ascellare, contiene anche delle ghiandole sudoripare all'origine della produzione del sudore, e dei gangli linfatici che giocano un ruolo immunitario drenando la linfa delle braccia. I medici possono essere portati ad esplorare questa zona in caso di una sospetta patologia immunitaria, in presenza di infezione o in caso di cancro al seno.

Dolore sotto l’ascella

Può capitare di avvertire un dolore sotto l’ascella. Questo può sembrare un evento straordinario, si tratta, invece, di una condizione che colpisce molte donne quasi ciclicamente. In particolare il dolore può presentarsi durante l’ovulazione o il ciclo mestruale, ed è quindi legato ad alterazioni ormonali.

Dolore sotto l’ascella nell’uomo

Anche negli uomini può verificarsi la presenza di un dolore sotto l’ascella. Questo può avere come causa un’irritazione della cute di questa zona che spesso è sottoposta a molti stress (sudorazione, depilazione con ceretta, crema, ecc) o se si utilizzano prodotti aggressivi come alcuni deodoranti spray che non rispettano il pH della pelle.

Ascelle e linfonodi

Se il dolore non risulta saltuario, ma continuativo ed è accompagnato da gonfiore e febbre può trattarsi di un linfonodo ingrossato. Non bisogna però farsi prendere da ansia e paura di eventuali patologie gravi. I linfonodi, infatti, sono delle formazioni che si trovano lungo le vie linfatiche e che producono anticorpi, per questo motivo anche nel caso di una semplice infezione possono risultare iper-stimolati e quindi gonfiarsi.
In ogni caso è bene rivolgersi al medico curante per far sì che questo possa eliminare ogni dubbio sulla natura di queste protuberanze.


Foto: © Roman Samborskyi - 123RF