Iris Tinunin: "Ciao, sono #iodonnaconglishorts"

Eleonora Chiais
Toscana, solare e dalla penna appuntita Iris Tinunin ha creato il suo blog Stylosophique nel 2010: "Sono stata tra le prime ma non pensavo che sarebbe diventato il mio lavoro".

Iris Tinunin ha aperto il suo blog Stylosophique nel 2010. Oggi lavora nella comunicazione e nei social al 100%.


26 anni, accento toscano e risata contagiosa, Iris Tinunin ha scalato (per l’ennesima volta) le vette della popolarità fashion in questa calda estate e ci è riuscita un po’ suo malgrado dopo aver lanciato – sull’onda della rabbia - l’hashtag #iodonnaconglishorts. Una frasetta, la sua, che voleva dare un contributo alla querelle tra Io Donna e la giovane Chloe Moretz “accusata”  -  in una didascalia poi prontamente modificata - di non essere abbastanza magra per poterli indossare. 

Ma, malgrado l’ira di fronte alla frase incriminata (“Questa – ci ha spiegato – secondo me è vera e propria violenza psicologica”), quel topic su Twitter le ha regalato una dose (aggiuntiva) di follower 2.0. “Mi è quasi scappato di mano – spiega – ed è stato una bella dimostrazione del fatto che tutte le donne possono indossare tutto quello che vogliono purché ci si sentano bene dentro. Allo stesso tempo, però, guardando i selfie che mi hanno mandato è chiaro che la maggior parte delle donne sono normopeso e possono benissimo indossare i pantaloncini corti anche se, ovviamente, il risultato non è quello delle modelle photoshoppate che si vedono sui giornali”. Laureanda in filosofia (che, spiega, “fa parte da sempre del mio background e, se devo dire la verità, l’ho scelta perché mi muove tutto dentro”) lavora nella comunicazione e nel mondo dei social dopo il successo del suo blog Stylosophique che, lanciato nel 2010, è diventato presto – anche se, dice lei, "un po' a sorpresa" – un vero e proprio lavoro. Noi del Magazine delle Donne l’abbiamo intercettata per una bella chiacchierata a metà strada tra filosofia, moda e femminismo, ecco cosa ci ha raccontato. 

Come è nata l'avventura di Stylosophique?

"Fin da piccolina ho sempre avuto la passione per la scrittura che, grazie a una giovanissima professoressa del liceo, si è unita a quella per la filosofia. Però quando ho aperto il blog non credevo che potesse diventare il mio lavoro anche perché nel 2010 nessuno faceva la fashion blogger di professione e quindi, pur essendo una delle prime, mi sono buttata in questa avventura più che altro per spirito di condivisione. Ho capito che era un lavoro quando le aziende hanno iniziato a cercarmi, da lì mi sono presa del tempo e mi sono dedicata a questo lavoro". 


Tra gli argomenti che tratti c’è anche la moda “curvy”…

"Non amo le etichette ma, ovviamente, nel mio blog parlo di moda a partire dalla mia fisicità curvy".

"Non mi piacciono le etichette e, per questo, non ho mai definito il mio come un curvy blog. Ovviamente, però, Stylosophique è un blog curvy nel momento in cui la mia conformazione fisica è quella ed, essendo questo il posto nel quale do consigli a partire dalla mia esperienza di stile, il risultato non può essere che quello. Il problema, però, è che le etichette – pur essendo indubbiamente utili per orientarsi – vanno a rischio di sostituire uno stereotipo (la magrezza a tutti i costi) semplicemente con un altro stereotipo (la morbidezza a tutti i costi). Quello che io sogno, e che cerco di fare ogni giorno, è combattere per fare in modo che la diversità sia letta come un modo di arricchirsi: mi piacerebbe, nella moda come altrove, vedere rappresentata ogni fisicità ma anche ogni etnia, ogni gusto, ogni inclinazione". 

Il tuo stile in due parole? 

"Sereno, variabile: il mio look dipende da come mi sveglio al mattino ma, se mi sento bene dentro qualcosa, lo metto e via. E, ovviamente, gli shorts non fanno eccezione". 

Copyright foto: Stylosophique/Iris Tinunin

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.